16.3 C
Napoli
domenica, Maggio 26, 2024

AFRAGOLESE 1944: Salvezza raggiunta.

Dopo una serie di vicende alterne, la salvezza è raggiunta per la squadra rossoblù. Adesso si punti di nuovo al primato.

Termina con la salvezza raggiunta all’ultima giornata di campionato la stagione dell’Afragolese. La squadra allenata da mister Buono, è riuscita a conquistare i tre punti sul campo del Molfetta, vincendo per due reti a zero. I rossoblù sono andati a segno con Padulano al 13esimo del primo tempo, e con Mancino al 94esimo minuto, praticamente a gara terminata.

La classifica parla chiaro, l’Afragolese chiude il campionato a quota 39, a soli 3 punti dalla Nocerina che invece sarà costretta a giocare i Playout. Comprensibile quindi un po di delusione da parte dei tifosi, calciatori e società; che pensavano di poter lottare per le zone alte della classifica, soprattutto se pensiamo che l’anno scorso la squadra di Bitetto si dovette arrendere solo in finale playoff, ad un passo dalla Serie C.

A tal proposito ecco una nota della società: “È stata una stagione tortuosa, difficile e stancante, ma ciò che contava era portare la nave in porto. Ci siamo riusciti con la forza, la grinta ed il tanto sudore accumulato mese dopo mese, settimana dopo settimana, senza mai mollare un attimo. Godiamoci questa permanenza in questa categoria guardando con fiducia al futuro”.

Fabio Longo miglior marcatore della squadra

Per il secondo anno consecutivo, il capitano della squadra Fabio Longo, si conferma il miglior marcatore stagionale dei rossoblù con ben 15 reti, stabilendo anche il record di miglior marcatore della storia dell’Afragolese con più di 40 gol, sicuramente anche grazie alle 26 reti siglate la scorsa stagione.

Ottimisti per la prossima stagione

Uno dei tanti fattori che potrebbe aver influito sulla stagione negativa, è sicuramente la questione “stadio”. I calciatori e i tifosi sono stati costretti a cambiare più volte il luogo delle partite “in casa”. Si è passati da Cardito a Pomigliano, per poi fare tappa anche a Cercola e Ponticelli, l’ultima in ordine cronologico è stata Mugnano.

La speranza è che la squadra possa giocare finalmente allo stadio “Luigi Moccia” di Afragola tutte le partite della prossima stagione, e che magari non ci siano troppi cambi in panchina e in società (quest’ultimi hanno condizionato e non poco l’andamento della squadra in campionato).

di Fernando Graziano

Dopo una serie di vicende alterne, la salvezza è raggiunta per la squadra rossoblù. Adesso si punti di nuovo al primato.

Termina con la salvezza raggiunta all’ultima giornata di campionato la stagione dell’Afragolese. La squadra allenata da mister Buono, è riuscita a conquistare i tre punti sul campo del Molfetta, vincendo per due reti a zero. I rossoblù sono andati a segno con Padulano al 13esimo del primo tempo, e con Mancino al 94esimo minuto, praticamente a gara terminata.

La classifica parla chiaro, l’Afragolese chiude il campionato a quota 39, a soli 3 punti dalla Nocerina che invece sarà costretta a giocare i Playout. Comprensibile quindi un po di delusione da parte dei tifosi, calciatori e società; che pensavano di poter lottare per le zone alte della classifica, soprattutto se pensiamo che l’anno scorso la squadra di Bitetto si dovette arrendere solo in finale playoff, ad un passo dalla Serie C.

A tal proposito ecco una nota della società: “È stata una stagione tortuosa, difficile e stancante, ma ciò che contava era portare la nave in porto. Ci siamo riusciti con la forza, la grinta ed il tanto sudore accumulato mese dopo mese, settimana dopo settimana, senza mai mollare un attimo. Godiamoci questa permanenza in questa categoria guardando con fiducia al futuro”.

Fabio Longo miglior marcatore della squadra

Per il secondo anno consecutivo, il capitano della squadra Fabio Longo, si conferma il miglior marcatore stagionale dei rossoblù con ben 15 reti, stabilendo anche il record di miglior marcatore della storia dell’Afragolese con più di 40 gol, sicuramente anche grazie alle 26 reti siglate la scorsa stagione.

Ottimisti per la prossima stagione

Uno dei tanti fattori che potrebbe aver influito sulla stagione negativa, è sicuramente la questione “stadio”. I calciatori e i tifosi sono stati costretti a cambiare più volte il luogo delle partite “in casa”. Si è passati da Cardito a Pomigliano, per poi fare tappa anche a Cercola e Ponticelli, l’ultima in ordine cronologico è stata Mugnano.

La speranza è che la squadra possa giocare finalmente allo stadio “Luigi Moccia” di Afragola tutte le partite della prossima stagione, e che magari non ci siano troppi cambi in panchina e in società (quest’ultimi hanno condizionato e non poco l’andamento della squadra in campionato).

di Fernando Graziano

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img