24.5 C
Napoli
mercoledì, Maggio 29, 2024

CHAMPIONS LEAGUE: Union Berlino Napoli 0 – 1.

Il Napoli espugna lo stadio Olimpico di Berlino con un goal di Raspadori. Squadra in netta ripresa, anche senza Osimhen vince.

Union Berlino, otto sconfitte prima dell’incontro di Champions con il Napoli. Il Napoli conferma la squadra che ha espugnato Verona, sabato scorso. Dieci gradi, umidità e pioggia, il campo bagnato, non aiuta l’estro e qualche calciatore azzurro si trova in difficoltà.

Cajuste su tutti tra gli azzurri soffre di questa condizione. Campo pesante dicevo e ad approfittarne in più di un occasione l’Union di Berlino. Addirittura segna la squadra tedesca ma il goal è annullato per un evidente fuorigioco. Il primo tempo termina con un minuto di recupero, tutto rinviato al rientro in campo per il secondo tempo.

Il Napoli rientra in campo con Elmas al posto di Cajuste. 64′ Rachmani recupera, Mario Rui passa la palla a kvaratskhelia che gioca in area, passa a Raspadori che segna. Tutti sotto la curva dei tifosi del Napoli. Minuto settanta l’Union Berlino cambia tre calciatori. Anche il Napoli procede ai cambi, escono Raspadori e Mario Rui, entrano Oliveira e Cholito Simeone.

Continuano le sostituzioni per la squadra tedesca, al 79′ Knoche sfiora il pareggio con un colpo di testa. Esce Politano, entra Lindstrom. Un bell’intervento in scivolata di Natan. Minuto 88′ esce Kvara, entra Ostigard, Rudi Garcia pensa, utilitaristicamente di portare il risultato a casa e fare riposare il georgiano. Cinque minuti di recupero si arriverà all’85’, il Napoli si difende con ordine.

Cinque minuti di recupero e la partita termina con la vittoria del Napoli nello stadio che vide la vittoria al mondiale dell’Italia nello Stadio Olimpico di Berlino. Anche allora protagonista Napoli con il capitano della nazionale Cannavaro. La squadra azzurra ha giocato bene, 60% di possesso palla, adesso ci sarà qualche giorno di riposo, domenica sera il Milan allo stadio San Paolo.

Gianni Bianco

Il Napoli espugna lo stadio Olimpico di Berlino con un goal di Raspadori. Squadra in netta ripresa, anche senza Osimhen vince.

Union Berlino, otto sconfitte prima dell’incontro di Champions con il Napoli. Il Napoli conferma la squadra che ha espugnato Verona, sabato scorso. Dieci gradi, umidità e pioggia, il campo bagnato, non aiuta l’estro e qualche calciatore azzurro si trova in difficoltà.

Cajuste su tutti tra gli azzurri soffre di questa condizione. Campo pesante dicevo e ad approfittarne in più di un occasione l’Union di Berlino. Addirittura segna la squadra tedesca ma il goal è annullato per un evidente fuorigioco. Il primo tempo termina con un minuto di recupero, tutto rinviato al rientro in campo per il secondo tempo.

Il Napoli rientra in campo con Elmas al posto di Cajuste. 64′ Rachmani recupera, Mario Rui passa la palla a kvaratskhelia che gioca in area, passa a Raspadori che segna. Tutti sotto la curva dei tifosi del Napoli. Minuto settanta l’Union Berlino cambia tre calciatori. Anche il Napoli procede ai cambi, escono Raspadori e Mario Rui, entrano Oliveira e Cholito Simeone.

Continuano le sostituzioni per la squadra tedesca, al 79′ Knoche sfiora il pareggio con un colpo di testa. Esce Politano, entra Lindstrom. Un bell’intervento in scivolata di Natan. Minuto 88′ esce Kvara, entra Ostigard, Rudi Garcia pensa, utilitaristicamente di portare il risultato a casa e fare riposare il georgiano. Cinque minuti di recupero si arriverà all’85’, il Napoli si difende con ordine.

Cinque minuti di recupero e la partita termina con la vittoria del Napoli nello stadio che vide la vittoria al mondiale dell’Italia nello Stadio Olimpico di Berlino. Anche allora protagonista Napoli con il capitano della nazionale Cannavaro. La squadra azzurra ha giocato bene, 60% di possesso palla, adesso ci sarà qualche giorno di riposo, domenica sera il Milan allo stadio San Paolo.

Gianni Bianco

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img