23 C
Napoli
mercoledì, Maggio 22, 2024

CLAMOROSO IN QATAR: Marocco prima semifinalista africana della storia dei mondiali.

Ha del clamoroso quanto accaduto nella giornata di ieri durante il primo quarto di finale del mondiale tra Portogallo e il Marocco.

Non è un caso

La squadra magrebina ha infranto un record, diventando la prima nazionale africana della storia dei mondiali ad arrivare in semifinale. Una qualificazione strameritata e sicuramente per il futuro sarà sempre più difficile tenere fuori le squadre africane e asiatiche fuori dal grande giro. La quasi totali dei calciatori marocchini giocano nei grandi club europei, Italia compresa.

CR7 in lacrime dopo la partita

La squadra capitanata da Cristiano Ronaldo era considerata sulla carta la favorita del match. I portoghesi hanno probabilmente sottovalutato la squadra Magrebina, che dal canto suo ha disputato una partita tosta, fronteggiando gli avversari senza temere la disparità tecnica.

La partita viene decisa da un gol al 42esimo del primo tempo di En-Nesyri, complice anche un’uscita a vuoto del portiere del Porto, Diogo Costa. Al termine del match tutte le telecamere erano puntate sul 5 volte pallone d’oro Cristiano Ronaldo, che piangendo ha detto addio alla possibilità di vincere l’unico trofeo che gli mancava in carriera. Possibilità che probabilmente non avrà più in futuro vista l’età.

La Francia conquista la semifinale per la seconda volta consecutiva

La squadra allenata da Didier Deschamps ha un solo obiettivo, vincere il secondo mondiale consecutivo. I campioni in carica sono pronti ripetersi dopo la vittoria in Russia nel 2018 contro la Croazia. Ad attenderli per il posto in finale la gara contro il Marocco in programma il 14 dicembre alle ore 20.

Nonostante le grandi assenze battono l’Inghilterra

Partita tutt’altro che scontata tra Inghilterra e Francia, con quest’ultimi che si sono imposti per due reti a uno contro i finalisti della scorsa edizione degli europei. Fatale è stato il rigore sbagliato da Harry Kane a 5 minuti dalla fine, che infrange ogni sogno di gloria per gli inglesi, che non vincono il campionato mondiale dal 1966, quando si disputò in casa loro.

di Fernando Graziano

Ha del clamoroso quanto accaduto nella giornata di ieri durante il primo quarto di finale del mondiale tra Portogallo e il Marocco.

Non è un caso

La squadra magrebina ha infranto un record, diventando la prima nazionale africana della storia dei mondiali ad arrivare in semifinale. Una qualificazione strameritata e sicuramente per il futuro sarà sempre più difficile tenere fuori le squadre africane e asiatiche fuori dal grande giro. La quasi totali dei calciatori marocchini giocano nei grandi club europei, Italia compresa.

CR7 in lacrime dopo la partita

La squadra capitanata da Cristiano Ronaldo era considerata sulla carta la favorita del match. I portoghesi hanno probabilmente sottovalutato la squadra Magrebina, che dal canto suo ha disputato una partita tosta, fronteggiando gli avversari senza temere la disparità tecnica.

La partita viene decisa da un gol al 42esimo del primo tempo di En-Nesyri, complice anche un’uscita a vuoto del portiere del Porto, Diogo Costa. Al termine del match tutte le telecamere erano puntate sul 5 volte pallone d’oro Cristiano Ronaldo, che piangendo ha detto addio alla possibilità di vincere l’unico trofeo che gli mancava in carriera. Possibilità che probabilmente non avrà più in futuro vista l’età.

La Francia conquista la semifinale per la seconda volta consecutiva

La squadra allenata da Didier Deschamps ha un solo obiettivo, vincere il secondo mondiale consecutivo. I campioni in carica sono pronti ripetersi dopo la vittoria in Russia nel 2018 contro la Croazia. Ad attenderli per il posto in finale la gara contro il Marocco in programma il 14 dicembre alle ore 20.

Nonostante le grandi assenze battono l’Inghilterra

Partita tutt’altro che scontata tra Inghilterra e Francia, con quest’ultimi che si sono imposti per due reti a uno contro i finalisti della scorsa edizione degli europei. Fatale è stato il rigore sbagliato da Harry Kane a 5 minuti dalla fine, che infrange ogni sogno di gloria per gli inglesi, che non vincono il campionato mondiale dal 1966, quando si disputò in casa loro.

di Fernando Graziano

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img