23.8 C
Napoli
lunedì, Giugno 17, 2024

ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2024: comincia il countdown.

Elezioni amministrative di giugno 2024, a guardare il Consiglio comunale non c’è partita ma i precedenti impongono “prudenza”.

Passate la stagione estiva, Casoria si prepara all’evento elettorale delle Elezioni comunali del 2024. Si potrebbe dire: “Dove eravamo rimasti”. La frase di Enzo Tortora, indimenticabile giornalista, conduttore televisivo e soprattutto “Politico per giusta causa”, resta sempre attuale. A guardare la politica cittadina sembra che il mare sia in bonaccia, ma non è così. Le precedenti elezioni comunali furono un capolavoro politico. Una coalizione civica che proponeva Raffaele Bene sindaco vinse contro tutto e tutti.

L’avvocato casoriano ex consigliere comunale e assessore al Bilancio della giunta Carfora sconfisse prima il M5s con Elena Vignati Sindaco e il Partito democratico del sindaco uscente Fuccio, al secondo turno il centrodestra di Angela Russo. Quello che colpì del ballottaggio fù il numero di elettori: 10.808 BENE – 7.971 RUSSO. Parliamo di poco più di 18.000 elettori su 63.000, in pratica il 70% restò a casa. Senza scendere nel dettaglio di predissesti e dissesti finanziari, Covid-19 e quant’altro, l’amministrazione Bene, si è caratterizzata in tutto questo periodo per Foto, singole e di gruppo, cambi di casacca, più o meno “respons-abili”.

A compensare i nuovi ingressi, ci sono stati i dissensi e soprattutto le uscite dalla maggioranza. Scenderemo nel dettaglio di alcuni trasferimenti “dentro o fuori“, ma anche di alcuni sfratti. In questo Raffaele Bene è stato un discreto immobiliarista, in particolare per i posti in giunta da “Bread and Breakfast“. Oggi la situazione è tutta a favore dell’amministrazione uscente diciamoci la verità, con un numero di sei consiglieri all’opposizione, quindici stabilmente in maggioranza. Tre galleggiano in attesa di ancore di salvataggio. Sembra una partita scontata l’Elezione di Giugno 2024, come lo era nel 2008, quando invece a vincere fu Stefano Ferrara; come nel 2016 quando poi a vincere fu Pasquale Fuccio.

La stessa elezione di Raffaele Bene al Ballottaggio fu caratterizzata, non dimentichiamo, da un recupero notevole di Angela Russo che toccò il 43%. Se tutto fosse scontato non ci sarebbero i movimenti sopra e sottobanco con esponenti del centrosinistra e oltre. Sarà un periodo lungo e intenso questo, caratterizzato da una serie di incontri che, molto probabilmente, si protrarranno fino ad una settimana prima del voto.

I cittadini si godranno (?!?), dai social in particolare, tutta una serie di esibizioni, dichiarazioni, passi avanti, di lato o indietro. La partita i giocherà sui tavoli casoriani o in trasferta a Napoli e Roma. Casoria è il quinto comune per numero di abitanti non dimentichiamo e la concomitanza delle Elezioni amministrative con le elezioni Europee avrà il suo peso. Noi saremo qui a raccontare, in scrittura o video gli eventi, una sola cosa viene da dire: “buona fortuna“, alla città di Casoria chiaramente.

Gianni Bianco

Elezioni amministrative di giugno 2024, a guardare il Consiglio comunale non c’è partita ma i precedenti impongono “prudenza”.

Passate la stagione estiva, Casoria si prepara all’evento elettorale delle Elezioni comunali del 2024. Si potrebbe dire: “Dove eravamo rimasti”. La frase di Enzo Tortora, indimenticabile giornalista, conduttore televisivo e soprattutto “Politico per giusta causa”, resta sempre attuale. A guardare la politica cittadina sembra che il mare sia in bonaccia, ma non è così. Le precedenti elezioni comunali furono un capolavoro politico. Una coalizione civica che proponeva Raffaele Bene sindaco vinse contro tutto e tutti.

L’avvocato casoriano ex consigliere comunale e assessore al Bilancio della giunta Carfora sconfisse prima il M5s con Elena Vignati Sindaco e il Partito democratico del sindaco uscente Fuccio, al secondo turno il centrodestra di Angela Russo. Quello che colpì del ballottaggio fù il numero di elettori: 10.808 BENE – 7.971 RUSSO. Parliamo di poco più di 18.000 elettori su 63.000, in pratica il 70% restò a casa. Senza scendere nel dettaglio di predissesti e dissesti finanziari, Covid-19 e quant’altro, l’amministrazione Bene, si è caratterizzata in tutto questo periodo per Foto, singole e di gruppo, cambi di casacca, più o meno “respons-abili”.

A compensare i nuovi ingressi, ci sono stati i dissensi e soprattutto le uscite dalla maggioranza. Scenderemo nel dettaglio di alcuni trasferimenti “dentro o fuori“, ma anche di alcuni sfratti. In questo Raffaele Bene è stato un discreto immobiliarista, in particolare per i posti in giunta da “Bread and Breakfast“. Oggi la situazione è tutta a favore dell’amministrazione uscente diciamoci la verità, con un numero di sei consiglieri all’opposizione, quindici stabilmente in maggioranza. Tre galleggiano in attesa di ancore di salvataggio. Sembra una partita scontata l’Elezione di Giugno 2024, come lo era nel 2008, quando invece a vincere fu Stefano Ferrara; come nel 2016 quando poi a vincere fu Pasquale Fuccio.

La stessa elezione di Raffaele Bene al Ballottaggio fu caratterizzata, non dimentichiamo, da un recupero notevole di Angela Russo che toccò il 43%. Se tutto fosse scontato non ci sarebbero i movimenti sopra e sottobanco con esponenti del centrosinistra e oltre. Sarà un periodo lungo e intenso questo, caratterizzato da una serie di incontri che, molto probabilmente, si protrarranno fino ad una settimana prima del voto.

I cittadini si godranno (?!?), dai social in particolare, tutta una serie di esibizioni, dichiarazioni, passi avanti, di lato o indietro. La partita i giocherà sui tavoli casoriani o in trasferta a Napoli e Roma. Casoria è il quinto comune per numero di abitanti non dimentichiamo e la concomitanza delle Elezioni amministrative con le elezioni Europee avrà il suo peso. Noi saremo qui a raccontare, in scrittura o video gli eventi, una sola cosa viene da dire: “buona fortuna“, alla città di Casoria chiaramente.

Gianni Bianco

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img