30.8 C
Napoli
giovedì, Giugno 20, 2024

ELEZIONI POLITICHE 2022: Giorgia Meloni vince.

Elezioni politiche 2022, il PD di Enrico Letta perde insieme alla Lega di Salvini, unica vera vincitrice Giorgia Meloni.

L’epilogo della caduta del governo Draghi, voluta da Lega, M5S e Forza Italia, ha aperto la strada alla vittoria di Giorgio Meloni. Quattro anni fa Fratelli d’Italia si attestò al 4,3%, terza forza di un centrodestra prima berlusconiano, poi salviniano oggi è la prima forza del centrodestra. Le elezioni del 2018 furono quelle dello schiaffo alla coalizione di centrodestra, da parte di Salvini che, lasciò gli alleati per il governo gialloverde di Conte.

Ventidue punti di percentuale in più per Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni oggi, come è stato possibile? Intanto va riconosciuto alla leader della destra italiana un straordinaria capacità di resistenza. Opposizione ai due governo Conte, opposizione al governo Draghi, unica forza di opposizione dal 2018 a oggi. A Giorgia Meloni va riconosciuto anche una straordinaria capacità di resistenza ad ogni provocazione o offesa.

la capacitá di modificare la natura sovranista di Fratelli d’Italia con lo sguardo rivolto ad Est, da Orban a Putin. Oggi Giorgia Meloni ha vinto, ma soprattutto sono stati sconfitti i suoi avversari della sinistra, l’alleato Salvini. Speriamo termini, con questo risultato, la retorica perdente della sinistra che ha accompagnato l’ascesa di Giorgia Meloni.

Un italiano su quattro le ha tributato fiducia, merita rispetto. Chiaramente avrà di fronte un compito non facile e i tiratori scelti della sinistra masochista sono lì pronti a colpire. Personalmente mi auguro che i temi della sicurezza dei cittadini siamo prioritari, insieme a tante altre cose.

Guardare scene di carabinieri e poliziotti aggrediti da delinquenti di ogni genere o le periferie in mano a spacciatori, hanno regalato una quantità corposa di voti a Fratelli d’Italia. I rapporti con l’Europa e l’economia, saranno i primi tempi di sicuro che si dovranno affrontare e se fossi un suo amico gli consiglierei di coinvolgere l’intero parlamento.

Sono passate le elezioni ma la guerra è ancora lì, con tutti i pericoli che ne derivano. In momenti di guerra una nazione non si divide, sceglie, magri tutti insieme. In bocca al lupo a Giorgia Meloni, prima donna che diventerà Presidente del Consiglio della Repubblica italiana. Credo nessuno storca il naso, almeno per questo.

di Gianni Bianco

Elezioni politiche 2022, il PD di Enrico Letta perde insieme alla Lega di Salvini, unica vera vincitrice Giorgia Meloni.

L’epilogo della caduta del governo Draghi, voluta da Lega, M5S e Forza Italia, ha aperto la strada alla vittoria di Giorgio Meloni. Quattro anni fa Fratelli d’Italia si attestò al 4,3%, terza forza di un centrodestra prima berlusconiano, poi salviniano oggi è la prima forza del centrodestra. Le elezioni del 2018 furono quelle dello schiaffo alla coalizione di centrodestra, da parte di Salvini che, lasciò gli alleati per il governo gialloverde di Conte.

Ventidue punti di percentuale in più per Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni oggi, come è stato possibile? Intanto va riconosciuto alla leader della destra italiana un straordinaria capacità di resistenza. Opposizione ai due governo Conte, opposizione al governo Draghi, unica forza di opposizione dal 2018 a oggi. A Giorgia Meloni va riconosciuto anche una straordinaria capacità di resistenza ad ogni provocazione o offesa.

la capacitá di modificare la natura sovranista di Fratelli d’Italia con lo sguardo rivolto ad Est, da Orban a Putin. Oggi Giorgia Meloni ha vinto, ma soprattutto sono stati sconfitti i suoi avversari della sinistra, l’alleato Salvini. Speriamo termini, con questo risultato, la retorica perdente della sinistra che ha accompagnato l’ascesa di Giorgia Meloni.

Un italiano su quattro le ha tributato fiducia, merita rispetto. Chiaramente avrà di fronte un compito non facile e i tiratori scelti della sinistra masochista sono lì pronti a colpire. Personalmente mi auguro che i temi della sicurezza dei cittadini siamo prioritari, insieme a tante altre cose.

Guardare scene di carabinieri e poliziotti aggrediti da delinquenti di ogni genere o le periferie in mano a spacciatori, hanno regalato una quantità corposa di voti a Fratelli d’Italia. I rapporti con l’Europa e l’economia, saranno i primi tempi di sicuro che si dovranno affrontare e se fossi un suo amico gli consiglierei di coinvolgere l’intero parlamento.

Sono passate le elezioni ma la guerra è ancora lì, con tutti i pericoli che ne derivano. In momenti di guerra una nazione non si divide, sceglie, magri tutti insieme. In bocca al lupo a Giorgia Meloni, prima donna che diventerà Presidente del Consiglio della Repubblica italiana. Credo nessuno storca il naso, almeno per questo.

di Gianni Bianco

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img