24.5 C
Napoli
mercoledì, Maggio 29, 2024

ENZO ROSSETTA: Questione di stile.

Caro Sindaco Raffaele Berne ora ė il momento di fare quadrato e prendere provvedimenti seri contro questa gente che non fa l’interesse della città ma che nonostante tutto continua ad affossarla.

Enzo Rossetta la settimana scorsa ha postato una riflessione che è a metà strada tra lo sfogo e la speranza:

“C’ė gente che amministra per conto del Comune di Casoria che parla male. C’è gente che grazie a quest’amministrazione ha avuto un incarico politico nel rappresentare a tutti gli effetti una città di circa di 80.000 abitanti. Che parla a vanvera e che non ha rispetto neanche per se stesso e neanche per chi gli ha dato la possibilità di ricoprire le posizioni strategiche.

Purtroppo devo dire che non avete neanche le palle di dimettervi dagli incarichi ricevuti. Purtroppo devo dire che il vero fallimento siete voi che prima vi prendete incarichi e poi sparlate contro la stessa vostra amministrazione. Che vi ha dato la possibilità di essere parte integrante di un progetto politico, a buon intenditori poche parole …..

Siete e resterete il marcio e la vecchia politica, certo non quella nobile di un tempo che tutto ricordiamo con nostalgia. Quella politica che ha distrutto le nostre Città, questa ė tutta la verità, caro Sindaco Raffaele Berne ora ė il momento di fare quadrato e prendere provvedimenti seri. Contro questa gente che non fa l’interesse della città ma che nonostante tutto continua ad affossarla.

Conosco Enzo da tanti anni, è un giovane imprenditore che tra lavoro e famiglia ha passione civica. Si impegna per la sua comunità, in particolare la “Cittadella”, quella zona della frazione di Arpino, seria e laboriosa, da qualche anno in declino. Interessarsi del proprio quartiere non significa non essere sensibile a tanti altri problemi della frazione Arpino, di cui la Cittadella fa parte e della stessa città di Casoria. A testimonianza di questo i consensi che il consigliere Enzo Rossetta raccoglie in tutte le parti della città.

Un tempo la politica si praticava nelle sezioni di partito, si discuteva e si trovavano le soluzioni, interne e nei rapporti con gli alleati. Oggi quella politica non esiste più, spesso, troppo spesso, il dibattito avviene sul Social e qualche volta davvero si trasforma in pettegolezzo. Soprattutto perché c’è sempre l’intelligente di turno, senza ne arte ne parte a commentare e il più delle volte con i soliti luoghi comuni.

Questo non è il caso di Enzo, l’incarico di consigliere comunale impone il rapporto con la comunità. Rossetta raccogliere consensi ma anche proteste e spesso senza averne colpe, si fa parte di una squadra. L’utilizzo del Social diventa per un consigliere comunale “comunicare”, la propria azione politica e quella di un’amministrazione. Se a sollevare obiezioni o perplessità è un rappresentante dell’opposizione è giusto, ma se a farlo è chi fa parte della maggioranza, a qualsia si titolo non è normale. Come nel titolo, è una questione di stile, o si rassegnano le dimissioni o si difende l’appartenenza.

Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi fino al prezzo della mia vita perché tu, la tua idea, possa esprimerla liberamente”. La frase straordinaria di Voltair ci dice che è serio il rapporto con l’avversario, difficile invece dal fuoco amico. Sintetizzando questo il senso del “Post” del consigliere Enzo Rossetta. Il consigliere di “Casoria Libera”, sono certo continuerà a impegnarsi in politica con al passione di sempre, coerentemente con le sue scelte.

Discuterà in seno al suo gruppo politico e la maggioranza a sostegno di Raffale Bene scelte ed eventuali perplessità. Lasciando Enzo Rossetta al suo lavoro di consigliere comunale del comune di Casoria, annuncio che cercheremo di essere equi nel dare voce ai vari rappresentanti della città. L’elezione dell’avv. Raffaele Bene aveva suscitato un grande entusiasmo tra i suoi sostenitori ma dopo il varo della giunta sono cominciati i problemi.

Sin dall’inizio l’amministrazione Bene non è riuscita a decollare, il dissesto in vista, difficili equilibri da mantenere, poi il Covid-19, fortunatamente. dal Lockdown in poi c’è stato un commissariamento di chi era al potere. Sindaci e Governatori hanno gestito tutta la fase con video e distribuzione di “ristori”, chiaramente guadagnando consensi.

La politica in un angolo, insieme numeri e idee, parlo chiaramente della coesione tra le forze politiche. Di questo parleremo al prossimo incontro con un rappresentante dell’opposizione. Siamo al giro di boa a due anni e mezzo dell’elezione di Raffaele Bene sindaco, da oggi si comincia a tirare le somme delle cose fatte e delle cose da fare.

di gianni bianco

Enzo Rossetta la settimana scorsa ha postato una riflessione che è a metà strada tra lo sfogo e la speranza:

“C’ė gente che amministra per conto del Comune di Casoria che parla male. C’è gente che grazie a quest’amministrazione ha avuto un incarico politico nel rappresentare a tutti gli effetti una città di circa di 80.000 abitanti. Che parla a vanvera e che non ha rispetto neanche per se stesso e neanche per chi gli ha dato la possibilità di ricoprire le posizioni strategiche.

Purtroppo devo dire che non avete neanche le palle di dimettervi dagli incarichi ricevuti. Purtroppo devo dire che il vero fallimento siete voi che prima vi prendete incarichi e poi sparlate contro la stessa vostra amministrazione. Che vi ha dato la possibilità di essere parte integrante di un progetto politico, a buon intenditori poche parole …..

Siete e resterete il marcio e la vecchia politica, certo non quella nobile di un tempo che tutto ricordiamo con nostalgia. Quella politica che ha distrutto le nostre Città, questa ė tutta la verità, caro Sindaco Raffaele Berne ora ė il momento di fare quadrato e prendere provvedimenti seri. Contro questa gente che non fa l’interesse della città ma che nonostante tutto continua ad affossarla.

Conosco Enzo da tanti anni, è un giovane imprenditore che tra lavoro e famiglia ha passione civica. Si impegna per la sua comunità, in particolare la “Cittadella”, quella zona della frazione di Arpino, seria e laboriosa, da qualche anno in declino. Interessarsi del proprio quartiere non significa non essere sensibile a tanti altri problemi della frazione Arpino, di cui la Cittadella fa parte e della stessa città di Casoria. A testimonianza di questo i consensi che il consigliere Enzo Rossetta raccoglie in tutte le parti della città.

Un tempo la politica si praticava nelle sezioni di partito, si discuteva e si trovavano le soluzioni, interne e nei rapporti con gli alleati. Oggi quella politica non esiste più, spesso, troppo spesso, il dibattito avviene sul Social e qualche volta davvero si trasforma in pettegolezzo. Soprattutto perché c’è sempre l’intelligente di turno, senza ne arte ne parte a commentare e il più delle volte con i soliti luoghi comuni.

Questo non è il caso di Enzo, l’incarico di consigliere comunale impone il rapporto con la comunità. Rossetta raccogliere consensi ma anche proteste e spesso senza averne colpe, si fa parte di una squadra. L’utilizzo del Social diventa per un consigliere comunale “comunicare”, la propria azione politica e quella di un’amministrazione. Se a sollevare obiezioni o perplessità è un rappresentante dell’opposizione è giusto, ma se a farlo è chi fa parte della maggioranza, a qualsia si titolo non è normale. Come nel titolo, è una questione di stile, o si rassegnano le dimissioni o si difende l’appartenenza.

Io combatto la tua idea, che è diversa dalla mia, ma sono pronto a battermi fino al prezzo della mia vita perché tu, la tua idea, possa esprimerla liberamente”. La frase straordinaria di Voltair ci dice che è serio il rapporto con l’avversario, difficile invece dal fuoco amico. Sintetizzando questo il senso del “Post” del consigliere Enzo Rossetta. Il consigliere di “Casoria Libera”, sono certo continuerà a impegnarsi in politica con al passione di sempre, coerentemente con le sue scelte.

Discuterà in seno al suo gruppo politico e la maggioranza a sostegno di Raffale Bene scelte ed eventuali perplessità. Lasciando Enzo Rossetta al suo lavoro di consigliere comunale del comune di Casoria, annuncio che cercheremo di essere equi nel dare voce ai vari rappresentanti della città. L’elezione dell’avv. Raffaele Bene aveva suscitato un grande entusiasmo tra i suoi sostenitori ma dopo il varo della giunta sono cominciati i problemi.

Sin dall’inizio l’amministrazione Bene non è riuscita a decollare, il dissesto in vista, difficili equilibri da mantenere, poi il Covid-19, fortunatamente. dal Lockdown in poi c’è stato un commissariamento di chi era al potere. Sindaci e Governatori hanno gestito tutta la fase con video e distribuzione di “ristori”, chiaramente guadagnando consensi.

La politica in un angolo, insieme numeri e idee, parlo chiaramente della coesione tra le forze politiche. Di questo parleremo al prossimo incontro con un rappresentante dell’opposizione. Siamo al giro di boa a due anni e mezzo dell’elezione di Raffaele Bene sindaco, da oggi si comincia a tirare le somme delle cose fatte e delle cose da fare.

di gianni bianco

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img