28 C
Napoli
venerdì, Giugno 21, 2024

GUERRA IN UCRAINA: L’inferno freddo.

Esercito Ucraino

Guerra in Ucraina, fuoco e freddo sulle zone di guerra. La città portuale di Mariupol è circondata dai russi.

L’armata di Putin ha come obiettivo un’altra centrale nucleare ma, una strana calma, domina la città sul Mar di Azof, in una nuova notte di guerra. La marcia dei russi prosegue verso un’altra centrale nucleare. Dopo quello che è accaduto alla centrale nucleare più grande d’Europa, Zaporizhzhya, sei reattori, davvero non riusciamo a comprendere noi ma anche loro, i generali russi, quali siano le conseguenze di un’eventuale fusione nucleare.

Per l’Europa ci sarebbero effetti devastanti e danni incalcolabili. Una domanda sorge spontanea: “Putin è ancora in grado di intendere e di volere?” Intanto depositare dei fiori in Russia su un luogo a favore della pace, si rischia l’arresto. Seimila cittadini arrestati perché protestavano pacificamente, non solo a Mosca ma in tante altre città russe. Lo stesso numero di soldati morti già nelle operazioni militari in Ucraina.

Bombardamenti a Kiev

Soprattutto, e questo dovrebbe far riflettere coloro ch ancora intendono difendere Putin, in Russia, Facebook e Twitter, oscurati. Parliamo dei due più grandi “Social“, oggi piazza mediatica più importante. Se a questo sommiamo ospedali colpiti, città devastate e soprattutto la dichiarazione: “l’Ucraina è nostra, i paesi baltici (Estonia – Lettonia – Lituania), torneranno alla Russia.

Dobbiamo davvero pensare che il leader russo, non sia più sano di mente? Svezia, Finlandia e altre nazioni, sono state minacciate perché sponte verso l’Ucraina di approvvigionamento di armi di difesa. Le nazioni confinanti: Polonia, Romania, Bulgaria, Slovacchia e Ungheria, anch’esse sotto il mirino perché aderenti alla Nato o all’U.E.

Tank russi incendiati

Insomma, ad oggi, non sappiamo se Putin voglia riproporremo l’obsoleta U.R.S.S. comunista oppure, il vecchio Impero “Zarista”. In ogni caso ha fatto i conti senza l’oste e l’oste è il popolo Ucraino, per niente intimorito, per nulla sconfitto che nel tempo resisterà. Zelenzky ottiene il sostegno del mondo intero, la Cina de non dice sì, comunque è irritata dall’atteggiamento invasivo dell’esercito russo.

Il Rublo svalutato del 30%, la borsa di Mosca chiusa da cinque giorni, soprattutto il pericolo default (fallimento), dietro l’angolo e le sanzioni economiche saranno sempre più dure. Infine l’esercito, 150mila uomini, già a secco di approvvigionamento, perché l’esercito ucraini e le forze di resistenza, rompono le linee con la Russia.

La grande manifestazione di Praga per la pace.

Cosa vuole Putin, dove vuole arrivare, soprattutto come intende uscirne se la gente inizia a contare i figli morti e la fame è alle porte? Sono trenta e km da Kiev ma in guerra non ci sono autostrade, i morti saranno migliaia, dall’una e dall’altra parte. Si combatterà casa per casa e non è un film, sarà un massacro.

Sicuramente ha le sue carte da giocare ma stia attento Vladimir Putin, oggi il mondo è molto più piccolo di quel che sembra e in tanti in Russia alla ricchezza e il benessere non vogliono rinunciare. Sarà proprio lì a Mosca che si combatterà la guerra peggiore tra poco e di tempo ne ha davvero poco, dopo più di vent’anni di potere assoluto lo Zar di quasi tutte le Russie, Putin.

Obiettivi dell’invasione russa.

Un ‘ultima frase desta motivi di perplessità: “la Russia si sta difendendo dall’espansione militare Usa“. In Siria e in Libia, la Russia la fa oramai da padrona, cosa dovrebbe dire l’occidente? Tanto e lo fa adesso in piazza, con la diplomazia e le sanzioni, senza oscurare coloro che la pensano differentemente. Dopo tutto la democrazia è nata qui in Europa e noi siamo fieri di difenderla.

Oggi Putin esce alla televisione con le Hostess di Aereoflot, compagnia russa, festeggia la festa della donna. A quel tavolo avrei piacere di ascoltare le madri che hanno perso i figli in guerra, giovani soltadi russi di leva che fino al mese scorso guardavano il calcio, studiavano e uscivano con amici e ragazze. Possano riposare in pace e lui Putin e i suoi compari “Oligarchi“, la posano perdere.di gianni biancodi gianni bianco

di gianni bianco

Esercito Ucraino

Guerra in Ucraina, fuoco e freddo sulle zone di guerra. La città portuale di Mariupol è circondata dai russi.

L’armata di Putin ha come obiettivo un’altra centrale nucleare ma, una strana calma, domina la città sul Mar di Azof, in una nuova notte di guerra. La marcia dei russi prosegue verso un’altra centrale nucleare. Dopo quello che è accaduto alla centrale nucleare più grande d’Europa, Zaporizhzhya, sei reattori, davvero non riusciamo a comprendere noi ma anche loro, i generali russi, quali siano le conseguenze di un’eventuale fusione nucleare.

Per l’Europa ci sarebbero effetti devastanti e danni incalcolabili. Una domanda sorge spontanea: “Putin è ancora in grado di intendere e di volere?” Intanto depositare dei fiori in Russia su un luogo a favore della pace, si rischia l’arresto. Seimila cittadini arrestati perché protestavano pacificamente, non solo a Mosca ma in tante altre città russe. Lo stesso numero di soldati morti già nelle operazioni militari in Ucraina.

Bombardamenti a Kiev

Soprattutto, e questo dovrebbe far riflettere coloro ch ancora intendono difendere Putin, in Russia, Facebook e Twitter, oscurati. Parliamo dei due più grandi “Social“, oggi piazza mediatica più importante. Se a questo sommiamo ospedali colpiti, città devastate e soprattutto la dichiarazione: “l’Ucraina è nostra, i paesi baltici (Estonia – Lettonia – Lituania), torneranno alla Russia.

Dobbiamo davvero pensare che il leader russo, non sia più sano di mente? Svezia, Finlandia e altre nazioni, sono state minacciate perché sponte verso l’Ucraina di approvvigionamento di armi di difesa. Le nazioni confinanti: Polonia, Romania, Bulgaria, Slovacchia e Ungheria, anch’esse sotto il mirino perché aderenti alla Nato o all’U.E.

Tank russi incendiati

Insomma, ad oggi, non sappiamo se Putin voglia riproporremo l’obsoleta U.R.S.S. comunista oppure, il vecchio Impero “Zarista”. In ogni caso ha fatto i conti senza l’oste e l’oste è il popolo Ucraino, per niente intimorito, per nulla sconfitto che nel tempo resisterà. Zelenzky ottiene il sostegno del mondo intero, la Cina de non dice sì, comunque è irritata dall’atteggiamento invasivo dell’esercito russo.

Il Rublo svalutato del 30%, la borsa di Mosca chiusa da cinque giorni, soprattutto il pericolo default (fallimento), dietro l’angolo e le sanzioni economiche saranno sempre più dure. Infine l’esercito, 150mila uomini, già a secco di approvvigionamento, perché l’esercito ucraini e le forze di resistenza, rompono le linee con la Russia.

La grande manifestazione di Praga per la pace.

Cosa vuole Putin, dove vuole arrivare, soprattutto come intende uscirne se la gente inizia a contare i figli morti e la fame è alle porte? Sono trenta e km da Kiev ma in guerra non ci sono autostrade, i morti saranno migliaia, dall’una e dall’altra parte. Si combatterà casa per casa e non è un film, sarà un massacro.

Sicuramente ha le sue carte da giocare ma stia attento Vladimir Putin, oggi il mondo è molto più piccolo di quel che sembra e in tanti in Russia alla ricchezza e il benessere non vogliono rinunciare. Sarà proprio lì a Mosca che si combatterà la guerra peggiore tra poco e di tempo ne ha davvero poco, dopo più di vent’anni di potere assoluto lo Zar di quasi tutte le Russie, Putin.

Obiettivi dell’invasione russa.

Un ‘ultima frase desta motivi di perplessità: “la Russia si sta difendendo dall’espansione militare Usa“. In Siria e in Libia, la Russia la fa oramai da padrona, cosa dovrebbe dire l’occidente? Tanto e lo fa adesso in piazza, con la diplomazia e le sanzioni, senza oscurare coloro che la pensano differentemente. Dopo tutto la democrazia è nata qui in Europa e noi siamo fieri di difenderla.

Oggi Putin esce alla televisione con le Hostess di Aereoflot, compagnia russa, festeggia la festa della donna. A quel tavolo avrei piacere di ascoltare le madri che hanno perso i figli in guerra, giovani soltadi russi di leva che fino al mese scorso guardavano il calcio, studiavano e uscivano con amici e ragazze. Possano riposare in pace e lui Putin e i suoi compari “Oligarchi“, la posano perdere.di gianni biancodi gianni bianco

di gianni bianco

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img