28 C
Napoli
venerdì, Giugno 21, 2024

IO NON RISCHIO: Protezione civile in prima linea.

Io non rischio e un evento nazionale che ha coinvolto il mondo del volontariato a Frattaminore la Protezione civile.

Il presidente della protezione civile di Frattaminore Giovanni Crispino: “Le due giornate di ieri e oggi domenica 16 ottobre, sono servite qui, come in tanti altri posti, a distribuire l’opuscolo ‘Io non rischio’ , non per allertare ma per guidare i cittadini ad una serie di comportamenti, nell’eventualità possa esserci un terremoto”.

Piazza San Maurizio ha ospitato oggi e ieri la campagna di sensibilizzazione: “Io non rischio”. Sono presenti Ines Esposito e Pasquale La Mura della Protezione civile di Scafati; Mariagrazia Sangiovanni referente regionale. I volontari locali Antonio Arcella, Pompeo Pezzella, Pietro Lippolis, Maurizio lisbino di Frattaminore.

il presidente Giovanni Crispino che intervistammo in un recente passato all’Hub vaccinale di Frattaminore. In quell’occasione ricordiamo il primato dell’Hub vaccinare sostenuto dal sindaco Giuseppe Bencivenga. Quella struttura in poco tempo divenne il punto di raccolta dell’Area a Nord di Napoli.

Incontriamo il sindaco Giuseppe Bencivenga: “La giornata della prevenzione ‘Io non rischio’, è dedicata in particolare al rischio sismico. Frattaminore dista pochi chilometri dal Vesuvio ed è il caso di essere sempre in allerta“. Giuseppe Bencivenga oltre a ricoprire il ruolo di primo cittadino è anche delegato del sindaco metropolitano Gaetano Manfredi all’urbanistica. Sarà tra i protagonisti di un’adeguata campagna di prevenzione territoriale di Napoli e la sua complicata provincia.

Ancora Bencivenga: ‘Un’ Area metropolitana come quella di Napoli che conta più di tre milioni di abitanti e che circonda il Vesuvio e l’intera area flegrea deve necessariamente essere costantemente monitorata e la prevenzione è la cosa più importante.

Non dimentichiamo che insieme ai problemi sismici provenienti dalla particolare conformazione geologica dei nostri territori, il cambiamento climatico impone oggi un’attenzione particolare anche verso i fenomeni meteorologici.

Lo

Io non rischio e un evento nazionale che ha coinvolto il mondo del volontariato a Frattaminore la Protezione civile.

Il presidente della protezione civile di Frattaminore Giovanni Crispino: “Le due giornate di ieri e oggi domenica 16 ottobre, sono servite qui, come in tanti altri posti, a distribuire l’opuscolo ‘Io non rischio’ , non per allertare ma per guidare i cittadini ad una serie di comportamenti, nell’eventualità possa esserci un terremoto”.

Piazza San Maurizio ha ospitato oggi e ieri la campagna di sensibilizzazione: “Io non rischio”. Sono presenti Ines Esposito e Pasquale La Mura della Protezione civile di Scafati; Mariagrazia Sangiovanni referente regionale. I volontari locali Antonio Arcella, Pompeo Pezzella, Pietro Lippolis, Maurizio lisbino di Frattaminore.

il presidente Giovanni Crispino che intervistammo in un recente passato all’Hub vaccinale di Frattaminore. In quell’occasione ricordiamo il primato dell’Hub vaccinare sostenuto dal sindaco Giuseppe Bencivenga. Quella struttura in poco tempo divenne il punto di raccolta dell’Area a Nord di Napoli.

Incontriamo il sindaco Giuseppe Bencivenga: “La giornata della prevenzione ‘Io non rischio’, è dedicata in particolare al rischio sismico. Frattaminore dista pochi chilometri dal Vesuvio ed è il caso di essere sempre in allerta“. Giuseppe Bencivenga oltre a ricoprire il ruolo di primo cittadino è anche delegato del sindaco metropolitano Gaetano Manfredi all’urbanistica. Sarà tra i protagonisti di un’adeguata campagna di prevenzione territoriale di Napoli e la sua complicata provincia.

Ancora Bencivenga: ‘Un’ Area metropolitana come quella di Napoli che conta più di tre milioni di abitanti e che circonda il Vesuvio e l’intera area flegrea deve necessariamente essere costantemente monitorata e la prevenzione è la cosa più importante.

Non dimentichiamo che insieme ai problemi sismici provenienti dalla particolare conformazione geologica dei nostri territori, il cambiamento climatico impone oggi un’attenzione particolare anche verso i fenomeni meteorologici.

Lo

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img