28 C
Napoli
venerdì, Giugno 21, 2024

MARIO DRAGHI: Aiuti per 28 milioni di italiani.

raghi, il primo ministro del governo italiano propone una manovra consistente, su tutto 200 euro unatantum per 28 milioni di italiani.

Contatori per l’energia elettrica.

Mario Draghi propone una manovra a sostegno di famiglie e imprese. 200 euro per redditi fino a 35mila euro.

AIUTI A CITTADINI E IMPRESE

Mario Draghi e il Consiglio dei ministri ieri hanno proposto una serie di misure a sostegno dell’economia. Il decreto testimonia l’impegno del governo a difesa delle famiglie più povere e dalle imprese dal caro-vita. L’aumento dei prezzi dipende in larghissima misura dal costo dell’energia, 14 miliardi del “Decreto Aiuti”, porta a quasi 30 quelli stanziati senza scostamenti di bilancio. L’obiettivo è la difesa del potere d’acquisto delle famiglie, soprattutto la capacità produttiva delle aziende.

800MILA OCCUPATI A MARZO

L’Italia non è in recessione, subisce invece un rallentamento. I segnali sono positivi, a marzo 800mila occupati in più rispetto a un anno fa. Il Capo del governo ha ringraziato i sindacati per aver sostenuto l’esecutivo in questa manovra che dona respiro all’economia, le famiglie, le imprese. Il tasso inflazione in aprile è stato al 6,2%, in leggero calo rispetto a marzo anche se ai livelli più alti degli ultimi trent’anni. L’aumento delle materie energetiche ha fortemente condizionato i prezzi al consumo.

TASSATI EXTRA PROFITTI DELLE IMPRESE ENERGETICHE

Un periodo difficile, caratterizzato prima dalla Pandemia, successivamente dall’aumento ingiustificato del costo delle materie prime energetiche. infine la guerra, ancora un ostacolo da superare. e in questa situazione c’è bisogno di affrontare le sfide con strumenti eccezionali. La manovra sarà finanziato con sei miliardi di euro con l’aumento della tassa sugli extra profitti delle imprese energetiche che passano dal 10% al 25%.

CARO-BOLLETTE SOPRATTUTTO

Nel “Decreto Aiuti” è stata inserita anche la proroga fino all’8 luglio del taglio delle accise sui carburanti. Le misure contro il caro-bollette a tutela di 5,2 milioni di famiglie vengono estesi fino al terzo trimestre. Queste le misure fondamentali, insieme a finanziamenti per enti in difficoltà per l’accoglienza profughi. Lo slittamento al 30 settembre il termine per effettuare almeno il 30% dei lavori complessivi nelle villette unifamiliari ai fini dell’accesso al Superbonus 110%.

di Emilia Bianco

Contatori per l’energia elettrica.

Mario Draghi propone una manovra a sostegno di famiglie e imprese. 200 euro per redditi fino a 35mila euro.

AIUTI A CITTADINI E IMPRESE

Mario Draghi e il Consiglio dei ministri ieri hanno proposto una serie di misure a sostegno dell’economia. Il decreto testimonia l’impegno del governo a difesa delle famiglie più povere e dalle imprese dal caro-vita. L’aumento dei prezzi dipende in larghissima misura dal costo dell’energia, 14 miliardi del “Decreto Aiuti”, porta a quasi 30 quelli stanziati senza scostamenti di bilancio. L’obiettivo è la difesa del potere d’acquisto delle famiglie, soprattutto la capacità produttiva delle aziende.

800MILA OCCUPATI A MARZO

L’Italia non è in recessione, subisce invece un rallentamento. I segnali sono positivi, a marzo 800mila occupati in più rispetto a un anno fa. Il Capo del governo ha ringraziato i sindacati per aver sostenuto l’esecutivo in questa manovra che dona respiro all’economia, le famiglie, le imprese. Il tasso inflazione in aprile è stato al 6,2%, in leggero calo rispetto a marzo anche se ai livelli più alti degli ultimi trent’anni. L’aumento delle materie energetiche ha fortemente condizionato i prezzi al consumo.

TASSATI EXTRA PROFITTI DELLE IMPRESE ENERGETICHE

Un periodo difficile, caratterizzato prima dalla Pandemia, successivamente dall’aumento ingiustificato del costo delle materie prime energetiche. infine la guerra, ancora un ostacolo da superare. e in questa situazione c’è bisogno di affrontare le sfide con strumenti eccezionali. La manovra sarà finanziato con sei miliardi di euro con l’aumento della tassa sugli extra profitti delle imprese energetiche che passano dal 10% al 25%.

CARO-BOLLETTE SOPRATTUTTO

Nel “Decreto Aiuti” è stata inserita anche la proroga fino all’8 luglio del taglio delle accise sui carburanti. Le misure contro il caro-bollette a tutela di 5,2 milioni di famiglie vengono estesi fino al terzo trimestre. Queste le misure fondamentali, insieme a finanziamenti per enti in difficoltà per l’accoglienza profughi. Lo slittamento al 30 settembre il termine per effettuare almeno il 30% dei lavori complessivi nelle villette unifamiliari ai fini dell’accesso al Superbonus 110%.

di Emilia Bianco

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img