25.9 C
Napoli
sabato, Luglio 20, 2024

NAPOLI – SALERNITANA 2-1: luce Rrahmani, Kvara a sprazzi.

La risolve Amir Rrahmani al  sesto minuto di recupero del secondo tempo. I partenopei vincono il derby in rimonta.

Gol: 29′ Candreva (S), 48′ pt rig. Politano (N), 96′ Rrahmani (N)

I ragazzi di Mazzarri conquistano una vittoria importante, in zona Cesarini, a decidere il derby campano, un guizzo del difensore centrale azzurro, recuperando così lo svantaggio dai granata, andati in rete, con un eurogol di Candreva impattato al termine del primo tempo, dal rigore dio Politano, rigore deciso dal VAR che per l’occasione era fortunatamente attivo.

Risultato che permette a Mazzarri di respirare, e evitare una settimana di polemiche oramai giornaliere. La risolve Amir Rrahmani al  6′ di recupero, i partenopei vincono il derby in rimonta Un guizzo da tre punti, un destro che vale oro, una vittoria dall’importanza capitale. L’eroe del derby è imprevisto: si chiama Amir Rrahmani ed è l’uomo che, al sesto minuto di recupero, rialza le sorti del Napoli e lo trascina fuori dall’ennesimo pomeriggio da dimenticare.

Finisce 2-1, ed è un 2-1 che consente a Walter Mazzarri di respirare e lascia la Salernitana di Filippo Inzaghi all’ultimo posto in classifica. Punendola forse oltre i propri demeriti, va detto: i granata passano in vantaggio per primi con una perla da fuori di Candreva e non perdono la testa neppure dopo l’1-1 di Politano agli sgoccioli del primo tempo (fallo di Fazio su Simeone), facendo muro fino alla fine. Ovvero fino all’azione decisiva, determinata da un’incomprensione tra Ochoa e Fazio e dal destro vincente di Rrahmani. Per un giorno, almeno per un giorno, il Napoli può permettersi di dimenticare le traversie degli ultimi mesi.

Una vittoria che lascia tante complicazioni però, le ammonizioni di Cajuste e Kvara, saranno letali per la prossima gara, contro la Lazio, saranno entrambi assenti per avere raggiunto il bonus delle 5 ammonizioni valevoli per essere squalificati per un turno. Tanti problemi che almeno per la partita di ieri la famosa classe operaia ha risolto con merito, i vari Demme, Zerbin, Gaetano e  lo stesso Rrahmani tirano fuori dal pantano la formazione campione d’Itallia, togliendo la polvere che attanaglia oramai da inizio stagione.

di Fiore Marro

La risolve Amir Rrahmani al  sesto minuto di recupero del secondo tempo. I partenopei vincono il derby in rimonta.

Gol: 29′ Candreva (S), 48′ pt rig. Politano (N), 96′ Rrahmani (N)

I ragazzi di Mazzarri conquistano una vittoria importante, in zona Cesarini, a decidere il derby campano, un guizzo del difensore centrale azzurro, recuperando così lo svantaggio dai granata, andati in rete, con un eurogol di Candreva impattato al termine del primo tempo, dal rigore dio Politano, rigore deciso dal VAR che per l’occasione era fortunatamente attivo.

Risultato che permette a Mazzarri di respirare, e evitare una settimana di polemiche oramai giornaliere. La risolve Amir Rrahmani al  6′ di recupero, i partenopei vincono il derby in rimonta Un guizzo da tre punti, un destro che vale oro, una vittoria dall’importanza capitale. L’eroe del derby è imprevisto: si chiama Amir Rrahmani ed è l’uomo che, al sesto minuto di recupero, rialza le sorti del Napoli e lo trascina fuori dall’ennesimo pomeriggio da dimenticare.

Finisce 2-1, ed è un 2-1 che consente a Walter Mazzarri di respirare e lascia la Salernitana di Filippo Inzaghi all’ultimo posto in classifica. Punendola forse oltre i propri demeriti, va detto: i granata passano in vantaggio per primi con una perla da fuori di Candreva e non perdono la testa neppure dopo l’1-1 di Politano agli sgoccioli del primo tempo (fallo di Fazio su Simeone), facendo muro fino alla fine. Ovvero fino all’azione decisiva, determinata da un’incomprensione tra Ochoa e Fazio e dal destro vincente di Rrahmani. Per un giorno, almeno per un giorno, il Napoli può permettersi di dimenticare le traversie degli ultimi mesi.

Una vittoria che lascia tante complicazioni però, le ammonizioni di Cajuste e Kvara, saranno letali per la prossima gara, contro la Lazio, saranno entrambi assenti per avere raggiunto il bonus delle 5 ammonizioni valevoli per essere squalificati per un turno. Tanti problemi che almeno per la partita di ieri la famosa classe operaia ha risolto con merito, i vari Demme, Zerbin, Gaetano e  lo stesso Rrahmani tirano fuori dal pantano la formazione campione d’Itallia, togliendo la polvere che attanaglia oramai da inizio stagione.

di Fiore Marro

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img