24.4 C
Napoli
mercoledì, Maggio 29, 2024

PAOLO MIGGIANO: La guerra di Dario.

Paola Miggiano Il 17 novembre alle 10:30 presso l’Auditorium del municipio di San Pietro a Patierno, presenterà: “La guerra di Dario”.

La guerra di Dariovivere e morire a Napoli” è una selezione di storie di vittime innocenti della criminalità e del dovere. Spesso si raccontano le mafie, le camorre, il male in genere in quanto narrazione importante, perché il nemico se c’è lo devi conoscere. Così a finire su un libro, sullo schermo di un cinematografo o di una televisione sono sempre più spesso le storie dei criminali, dei camorristi, magari pentiti, o al massimo dei morti ammazzati illustri.

Il più delle volte è il male che prende la scena! Ci sono, però, altre storie che meritano di essere raccontate, quelle degli umili, dei troppo dimenticati dalla storia, quelle che non appassionano. Ma a farlo sono in pochi. Sono le storie dei più deboli, dei vinti che, comunque, non devono cadere nell’oblio, di chi non ha più voce per colpa del crimine o della poca attenzione alle regole. In una “scrittura sociale” appassionata,

Paolo Miggiano presenta le storie di questi cittadini. Federico Del Prete, l’ambulante solo; Annalisa Durante, una bambina uccisa nel cuore di Napoli. Antonio Landieri, un giovane disabile; Gelsomina Verde, uccisa e data alle fiamme; Dario Scherillo scambiato per un killer; Fabio De Pandi, un bambino di undici anni. Prefazione di Vincenza Alfano.

Presenteranno il libro:

Antonio Sannino Consigliere 7 municipalità

Valeria Ponticello – Insegnante

Pasquale Scherillo – fratello di Dario

Tiziana Buono – Dirigente I.C. “Oriano – Guarino”

Antonio Troiano: Presidente 7 Municipalità

di redazione

Paola Miggiano Il 17 novembre alle 10:30 presso l’Auditorium del municipio di San Pietro a Patierno, presenterà: “La guerra di Dario”.

La guerra di Dariovivere e morire a Napoli” è una selezione di storie di vittime innocenti della criminalità e del dovere. Spesso si raccontano le mafie, le camorre, il male in genere in quanto narrazione importante, perché il nemico se c’è lo devi conoscere. Così a finire su un libro, sullo schermo di un cinematografo o di una televisione sono sempre più spesso le storie dei criminali, dei camorristi, magari pentiti, o al massimo dei morti ammazzati illustri.

Il più delle volte è il male che prende la scena! Ci sono, però, altre storie che meritano di essere raccontate, quelle degli umili, dei troppo dimenticati dalla storia, quelle che non appassionano. Ma a farlo sono in pochi. Sono le storie dei più deboli, dei vinti che, comunque, non devono cadere nell’oblio, di chi non ha più voce per colpa del crimine o della poca attenzione alle regole. In una “scrittura sociale” appassionata,

Paolo Miggiano presenta le storie di questi cittadini. Federico Del Prete, l’ambulante solo; Annalisa Durante, una bambina uccisa nel cuore di Napoli. Antonio Landieri, un giovane disabile; Gelsomina Verde, uccisa e data alle fiamme; Dario Scherillo scambiato per un killer; Fabio De Pandi, un bambino di undici anni. Prefazione di Vincenza Alfano.

Presenteranno il libro:

Antonio Sannino Consigliere 7 municipalità

Valeria Ponticello – Insegnante

Pasquale Scherillo – fratello di Dario

Tiziana Buono – Dirigente I.C. “Oriano – Guarino”

Antonio Troiano: Presidente 7 Municipalità

di redazione

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img