30.8 C
Napoli
giovedì, Giugno 20, 2024

PRENDIAMOCI CURA DI LORO – Quarta edizione.

Tantissime le confezioni di farmaci e dispositivi medici recuperati in piazza degli Eroi nella quarta edizione di "Prendiamoci cura di loro" .

Tantissime le confezioni di farmaci e dispositivi medici recuperati in piazza degli Eroi nella quarta edizione di “Prendiamoci cura di loro“. Alcuni medicinali costosissimi, uno in particolare dispensato dal servizio sanitario nazionale, costo complessivo: € 6.702,69. Una giornata che consentirà di aiutare e curare persone meno fortunate, evitare sprechi e nello stesso tempo che preziosi farmaci vadano in discarica.

Continua l’impegno di Mariarosaria Urraro sull’isola d’Ischia a difesa dell’ambiente. Dai rifiuti in mare e sulla terra ferma, l’inciviltà di cittadini, isolani e non. Quella della raccolta di medicinali, è un’iniziativa che va avanti da tempo e riguarda il lavoro di Urraro, Farmacista. In questo periodo di crisi economica, un gesto davvero nobile e concreto.

La salvaguardia ambientale sarà difesa come la salute di tanti cittadini. “Prendiamoci cura di loro” nasce dalla volontà di Mariarosaria Urraro, chimico tecnologo farmaceutico, farmacista e responsabile della sezione isolana di Europa Verde. Con l’aiuto di alcuni collaboratori, grazie soprattutto alla generosità di isolani e turisti si aiuterà un centro medico napoletano e un dispensario francescano casertano.

La leader ambientalista catalogherà i Farmaci che saranno spediti a sue spese spese al “Centro medico per poveri dell’Associazione Sisto Riario Sforza” di Napoli. Insieme all’associazione napoletana altri medicinali li riceverà e il “Dispensario Francescano” di Santa Maria Capua Vetere. La popolazione ischitana ha dimostrato molta sensibilità raccogliendo l’invito.

Unica nota negativa, l’assenza dei consiglieri comunali e delle varie amministrazioni dell’isola. Inutili gli appelli dai Social, l’articolo del quotidiano “il Golfo 24“, gli e inviti consegnati a mano, peccato. Sarebbe importante che altre Farmacie, in futuro, si unissero all’iniziativa in un grande spirito di collaborazione nel raccogliere farmaci ancora utilizzabili.

Gli ischitani ancora una volta hanno dimostrato sensibilità e umanità, amore per il prossimo. Complimenti a tutti loro, ma in particolare a Mariarosaria Urraro, promotrice dell’iniziativa.

di Tiziana Daniele

Tantissime le confezioni di farmaci e dispositivi medici recuperati in piazza degli Eroi nella quarta edizione di “Prendiamoci cura di loro“. Alcuni medicinali costosissimi, uno in particolare dispensato dal servizio sanitario nazionale, costo complessivo: € 6.702,69. Una giornata che consentirà di aiutare e curare persone meno fortunate, evitare sprechi e nello stesso tempo che preziosi farmaci vadano in discarica.

Continua l’impegno di Mariarosaria Urraro sull’isola d’Ischia a difesa dell’ambiente. Dai rifiuti in mare e sulla terra ferma, l’inciviltà di cittadini, isolani e non. Quella della raccolta di medicinali, è un’iniziativa che va avanti da tempo e riguarda il lavoro di Urraro, Farmacista. In questo periodo di crisi economica, un gesto davvero nobile e concreto.

La salvaguardia ambientale sarà difesa come la salute di tanti cittadini. “Prendiamoci cura di loro” nasce dalla volontà di Mariarosaria Urraro, chimico tecnologo farmaceutico, farmacista e responsabile della sezione isolana di Europa Verde. Con l’aiuto di alcuni collaboratori, grazie soprattutto alla generosità di isolani e turisti si aiuterà un centro medico napoletano e un dispensario francescano casertano.

La leader ambientalista catalogherà i Farmaci che saranno spediti a sue spese spese al “Centro medico per poveri dell’Associazione Sisto Riario Sforza” di Napoli. Insieme all’associazione napoletana altri medicinali li riceverà e il “Dispensario Francescano” di Santa Maria Capua Vetere. La popolazione ischitana ha dimostrato molta sensibilità raccogliendo l’invito.

Unica nota negativa, l’assenza dei consiglieri comunali e delle varie amministrazioni dell’isola. Inutili gli appelli dai Social, l’articolo del quotidiano “il Golfo 24“, gli e inviti consegnati a mano, peccato. Sarebbe importante che altre Farmacie, in futuro, si unissero all’iniziativa in un grande spirito di collaborazione nel raccogliere farmaci ancora utilizzabili.

Gli ischitani ancora una volta hanno dimostrato sensibilità e umanità, amore per il prossimo. Complimenti a tutti loro, ma in particolare a Mariarosaria Urraro, promotrice dell’iniziativa.

di Tiziana Daniele

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img