16.1 C
Napoli
domenica, Maggio 26, 2024

SCUOLA R.L. MONTALCINI: “Ti guido… alla scoperta della mia città”,

Le docenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “Rita Levi Montalcini” di Afragola, diretta
dalla Dirigente Scolastica D.ssa Mariacarmela Iorio, come terza tappa del progetto
extracurriculare “ti guido… alla scoperta della mia città.

oznorMB

Dopo la Casa Comunale e la
Basilica Minore di Sant’Antonio, hanno condotto gli alunni partecipanti al progetto alla
scoperta del giardino del Liceo Brunelleschi di Afragola, Istituto nato alla fine degli anni ’60.

dav

Gli alunni, insieme al gruppo del progetto “giardinaggio” del medesimo Istituto, sono stati
condotti presso il predetto Liceo, ed in particolare alla scoperta del suo “affascinante
giardino didattico.

sdr


In uno splendido pomeriggio soleggiato, circa quaranta persone, tra alunni e docenti
accompagnatori, hanno percorso, tutti insieme, i vicoletti storici del territorio Afragolese.

dav

Il percorso è proceduto fino a giungere davanti l’ingresso del Liceo Scientifico.
Consueta foto ricordo e si parte per il tour … inizia l’avventura. Ad attendere i visitatori all’ingresso le docenti del Liceo Brunelleschi, le Prof.sse Tagliafierro, Sorrentino e Montefischi, che, da eccellenti padrone di casa, hanno condotto gli alunni, passando dall’atrio della Scuola.

I tre docenti hanno accompagnato gli alunni nel suggestivo, e fino a quel momento sconosciuto, punto verde didattico, oasi di tranquillità e polmone ricco di ossigeno.


Le docenti dell’Istituto Scolastico hanno quindi presentato gli alunni liceali designati alla
presentazione del giardino, i quali, con tanta semplicità e preparazione, hanno fornito
numerosi informazioni e spiegazioni proponendo spunti di riflessione sull’importanza della
natura.


L’idea del giardino nasce verso la seconda metà degli anni ottanta da un “gruppo di lavoro”
di Professori di Scienze Naturali, al tempo capitanata dal Prof. Bifulco, che con passione e
costanza, hanno trasformato nel corso del tempo il giardino in una vera oasi al servizio di
alunni e docenti.


I Liceali Giuseppe, Francesco, Luigi, Simone, Michele e Clorinda hanno fornito nozioni di
botanica ed ornitologia, mostrato tutte le aree del giardino, tra cui l’area falceta, l’area
mediterranea, l’aiuola della pace in ricordo di Gandhi, il sentiero del cantico delle creature
di San Francesco e lo stagno con i suoi girini e ninfee.


Gli alunni del Liceo sono riusciti a toccare le corde emotive degli astanti, soprattutto quando
hanno proposto loro di restare per dieci secondi seduti e rilassati, con gli occhi chiusi ad
ascoltare la natura, cercando di connettersi ad essa e dimenticare, almeno per un attimo, il
cemento cittadino.


Particolarmente emozionante, per i docenti accompagnatori, guardare i propri alunni della
Montalcini, di appena 11-12 anni, in perfetta sintonia con la natura, tanto da esprimere il
desiderio di ritornare da frequentatori, e non visitatori, presso il Liceo, prendersi cura di quel
giardino incantato, ormai anche loro, e magari condividerlo con i visitatori che si
susseguiranno in futuro.


Prof ssa Anna Colmayer

Le docenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “Rita Levi Montalcini” di Afragola, diretta
dalla Dirigente Scolastica D.ssa Mariacarmela Iorio, come terza tappa del progetto
extracurriculare “ti guido… alla scoperta della mia città.

oznorMB

Dopo la Casa Comunale e la
Basilica Minore di Sant’Antonio, hanno condotto gli alunni partecipanti al progetto alla
scoperta del giardino del Liceo Brunelleschi di Afragola, Istituto nato alla fine degli anni ’60.

dav

Gli alunni, insieme al gruppo del progetto “giardinaggio” del medesimo Istituto, sono stati
condotti presso il predetto Liceo, ed in particolare alla scoperta del suo “affascinante
giardino didattico.

sdr


In uno splendido pomeriggio soleggiato, circa quaranta persone, tra alunni e docenti
accompagnatori, hanno percorso, tutti insieme, i vicoletti storici del territorio Afragolese.

dav

Il percorso è proceduto fino a giungere davanti l’ingresso del Liceo Scientifico.
Consueta foto ricordo e si parte per il tour … inizia l’avventura. Ad attendere i visitatori all’ingresso le docenti del Liceo Brunelleschi, le Prof.sse Tagliafierro, Sorrentino e Montefischi, che, da eccellenti padrone di casa, hanno condotto gli alunni, passando dall’atrio della Scuola.

I tre docenti hanno accompagnato gli alunni nel suggestivo, e fino a quel momento sconosciuto, punto verde didattico, oasi di tranquillità e polmone ricco di ossigeno.


Le docenti dell’Istituto Scolastico hanno quindi presentato gli alunni liceali designati alla
presentazione del giardino, i quali, con tanta semplicità e preparazione, hanno fornito
numerosi informazioni e spiegazioni proponendo spunti di riflessione sull’importanza della
natura.


L’idea del giardino nasce verso la seconda metà degli anni ottanta da un “gruppo di lavoro”
di Professori di Scienze Naturali, al tempo capitanata dal Prof. Bifulco, che con passione e
costanza, hanno trasformato nel corso del tempo il giardino in una vera oasi al servizio di
alunni e docenti.


I Liceali Giuseppe, Francesco, Luigi, Simone, Michele e Clorinda hanno fornito nozioni di
botanica ed ornitologia, mostrato tutte le aree del giardino, tra cui l’area falceta, l’area
mediterranea, l’aiuola della pace in ricordo di Gandhi, il sentiero del cantico delle creature
di San Francesco e lo stagno con i suoi girini e ninfee.


Gli alunni del Liceo sono riusciti a toccare le corde emotive degli astanti, soprattutto quando
hanno proposto loro di restare per dieci secondi seduti e rilassati, con gli occhi chiusi ad
ascoltare la natura, cercando di connettersi ad essa e dimenticare, almeno per un attimo, il
cemento cittadino.


Particolarmente emozionante, per i docenti accompagnatori, guardare i propri alunni della
Montalcini, di appena 11-12 anni, in perfetta sintonia con la natura, tanto da esprimere il
desiderio di ritornare da frequentatori, e non visitatori, presso il Liceo, prendersi cura di quel
giardino incantato, ormai anche loro, e magari condividerlo con i visitatori che si
susseguiranno in futuro.


Prof ssa Anna Colmayer

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img