23.8 C
Napoli
lunedì, Giugno 17, 2024

PIRATI DELLA STRADA: Settantenne travolto in Via delle Dolomiti.

Pirati della strada, colpiscono stavolta a Secondigliano, in Via delle Dolomiti, strada centrale del Rione Berlingieri.

Un uomo trovato a terra, soccorso dal 118 e subito portato in ospedale in condizioni preoccupanti. La cronaca è piena di notizie come questa, eppure il precedente governo ha inasprito notevolmente il Codice della strada. Purtroppo le leggi scritte si scontrano con la dura realtà. Automobilisti incauti che guardano il cellulare, in stato di ebbrezza si trasformano in autentici assassini.

Corrono senza rispetto di nessuno e la cosa peggiore fuggono via senza nemmeno soccorrere l’investito. Il caso del settantenne è uno dei tanti che leggiamo, purtroppo si verificherà ancora, almeno fino a quando si continuerà a tollerare. Soprattutto la tolleranza verso l’uso del cellulare in auto.

Si vedono tanti automobilisti intenti a messaggiare o parlare in auto, comporre numeri, senza immaginare cosa può accadere. si potrebbero utilizzare le telecamere per eliminare questa insana abitudine. Lo stato, le istituzioni, hanno il dovere di intervenire in modo tenace.

Soprattutto nei posti dove accadono più spesso di questi reati della strada , c’è la necessità di installare i dossi, che non piacciono a nessuno ma sembrano l’unico deterrente contro l’inciviltà dei pirati della strada.

di Redazione

Pirati della strada, colpiscono stavolta a Secondigliano, in Via delle Dolomiti, strada centrale del Rione Berlingieri.

Un uomo trovato a terra, soccorso dal 118 e subito portato in ospedale in condizioni preoccupanti. La cronaca è piena di notizie come questa, eppure il precedente governo ha inasprito notevolmente il Codice della strada. Purtroppo le leggi scritte si scontrano con la dura realtà. Automobilisti incauti che guardano il cellulare, in stato di ebbrezza si trasformano in autentici assassini.

Corrono senza rispetto di nessuno e la cosa peggiore fuggono via senza nemmeno soccorrere l’investito. Il caso del settantenne è uno dei tanti che leggiamo, purtroppo si verificherà ancora, almeno fino a quando si continuerà a tollerare. Soprattutto la tolleranza verso l’uso del cellulare in auto.

Si vedono tanti automobilisti intenti a messaggiare o parlare in auto, comporre numeri, senza immaginare cosa può accadere. si potrebbero utilizzare le telecamere per eliminare questa insana abitudine. Lo stato, le istituzioni, hanno il dovere di intervenire in modo tenace.

Soprattutto nei posti dove accadono più spesso di questi reati della strada , c’è la necessità di installare i dossi, che non piacciono a nessuno ma sembrano l’unico deterrente contro l’inciviltà dei pirati della strada.

di Redazione

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img