24.4 C
Napoli
mercoledì, Maggio 29, 2024

TAV AFRAGOLA: Si collegherà a Napoli.

Due miliardi di investimento per collegare Napoli alla Stazione TAV di Afragola. Saranno il Comune di Napoli, con essa la Città Metropolitana, con Regione Campania gli enti che dovranno sostenere l’opera per integrare il collegamento.

Due miliardi di investimento per collegare Napoli alla Stazione TAV di Afragola. Saranno il Comune di Napoli, con essa la Città Metropolitana, con Regione Campania gli enti che dovranno sostenere l’opera per integrare il collegamento.

Il percorso da Napoli ad Afragola

Altri due lotti finanziati con il nuovo “Decreto Metropolitane”, in pratica il progetto di collegamento, tramite metropolitana, tra il centro di Napoli e la Stazione di Afragola Alta Velocità. Precedentemente il recupero di 1,2 miliardi di euro, per i prime tre lotti da realizzare. L’EAV sarà la società per indire la conferenza di servizi, successivamente la gara entro il 2022.

Il progetto rilanciato dal Presidente De Luca nel 2016 con il finanziamento per circa quattro milioni dello studio di fattibilità promosso da ACAMIR, prevede tredici nuove stazioni nei territori di Napoli, Casoria ed Afragola ed una grande riqualificazione urbana nelle aree coinvolte, oltre a due depositi.

Un sistema di controllo sarà di tipo “driverless” e il servizio sarà gestito a regime con venti treni di ultima tecnologia. LAN (Linea Afragola-Napoli), l’intervento, la cui progettazione è stata inserita dalla Giunta della Regione Campania all’interno del Patto per il Sud. Una linea che avvicinerà Napoli all’Area a nord di Napoli e che prevede in futuro un asse di collegamento con Giugliano.

Intanto già completato lo stanziamento ​per collegare l’Aeroporto di Capodichino all’Alta velocità di Afragola. Quest’opera prevede il collegamento tra il centro della Città di Napoli, stazione “Di Vittorio”, l’aeroporto e la stazione AV di Afragola. Saranno percorsi  dodici km con tredici Stazioni.

Cavour, Foria, Carlo III, Ottocalli, Leonardo Bianchi, “Baffo” di Arzano, Di Vittorio, Casavatore San Pietro, Casoria-Casavatore, Casoria-Centro, Casoria-Afragola, Afragola Garibaldi, Afragola Centro, Afragola AV.

La distanza tra le fermate di circa ottocento metri cui si aggiungono le ulteriori due stazioni: Arzano Centro e Casavatore-Arzano, sul cosiddetto “Baffo di Arzano”. Quattro i punti di interscambio con altre linee delle reti di trasporto esistenti o in corso di realizzazione: Cavour (linea 2)-Museo (linea1); Piazza Di Vittorio (EAV-linea1); Stazione di Casoria-Afragola in corrispondenza dell’intersezione della linea ferroviaria RFI; Napoli-Afragola in corrispondenza della Stazione AV/AC. 

Una rivoluzione che velocizzerà i trasporti e i collegamenti in un territorio, come quello della Città Metropolitana di Napoli che conta tre milioni di abitanti. Insieme a quest’opera, quelle già esistenti di Metropolitana 1 e 2, Circumvesuviana, Cumana e Alifana. In un futuro non molto lontano tuto sarà collegato.

di Emilia Bianco

Due miliardi di investimento per collegare Napoli alla Stazione TAV di Afragola. Saranno il Comune di Napoli, con essa la Città Metropolitana, con Regione Campania gli enti che dovranno sostenere l’opera per integrare il collegamento.

Il percorso da Napoli ad Afragola

Altri due lotti finanziati con il nuovo “Decreto Metropolitane”, in pratica il progetto di collegamento, tramite metropolitana, tra il centro di Napoli e la Stazione di Afragola Alta Velocità. Precedentemente il recupero di 1,2 miliardi di euro, per i prime tre lotti da realizzare. L’EAV sarà la società per indire la conferenza di servizi, successivamente la gara entro il 2022.

Il progetto rilanciato dal Presidente De Luca nel 2016 con il finanziamento per circa quattro milioni dello studio di fattibilità promosso da ACAMIR, prevede tredici nuove stazioni nei territori di Napoli, Casoria ed Afragola ed una grande riqualificazione urbana nelle aree coinvolte, oltre a due depositi.

Un sistema di controllo sarà di tipo “driverless” e il servizio sarà gestito a regime con venti treni di ultima tecnologia. LAN (Linea Afragola-Napoli), l’intervento, la cui progettazione è stata inserita dalla Giunta della Regione Campania all’interno del Patto per il Sud. Una linea che avvicinerà Napoli all’Area a nord di Napoli e che prevede in futuro un asse di collegamento con Giugliano.

Intanto già completato lo stanziamento ​per collegare l’Aeroporto di Capodichino all’Alta velocità di Afragola. Quest’opera prevede il collegamento tra il centro della Città di Napoli, stazione “Di Vittorio”, l’aeroporto e la stazione AV di Afragola. Saranno percorsi  dodici km con tredici Stazioni.

Cavour, Foria, Carlo III, Ottocalli, Leonardo Bianchi, “Baffo” di Arzano, Di Vittorio, Casavatore San Pietro, Casoria-Casavatore, Casoria-Centro, Casoria-Afragola, Afragola Garibaldi, Afragola Centro, Afragola AV.

La distanza tra le fermate di circa ottocento metri cui si aggiungono le ulteriori due stazioni: Arzano Centro e Casavatore-Arzano, sul cosiddetto “Baffo di Arzano”. Quattro i punti di interscambio con altre linee delle reti di trasporto esistenti o in corso di realizzazione: Cavour (linea 2)-Museo (linea1); Piazza Di Vittorio (EAV-linea1); Stazione di Casoria-Afragola in corrispondenza dell’intersezione della linea ferroviaria RFI; Napoli-Afragola in corrispondenza della Stazione AV/AC. 

Una rivoluzione che velocizzerà i trasporti e i collegamenti in un territorio, come quello della Città Metropolitana di Napoli che conta tre milioni di abitanti. Insieme a quest’opera, quelle già esistenti di Metropolitana 1 e 2, Circumvesuviana, Cumana e Alifana. In un futuro non molto lontano tuto sarà collegato.

di Emilia Bianco

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img