28 C
Napoli
venerdì, Giugno 21, 2024

“UOMINI DEL SUD” DI FIORE MARRO. Sala dei Catasti dell’archivio di stato Napoli.

“Uomini del Sud” di Fiore Marro, il 28 gennaio, sarà presentato a Napoli, nella sala Catasti dell’archivio di stato.

“Uomini del Sud”, come qualche arguto lettore può avere già intuito dal titolo, esiste un filo rosso che lega i personaggi presentati e la loro appartenenza al Mezzogiorno italiano. Un titolo, dunque esplicativo ma che nel contempo può dare luogo ad un inganno. Si può essere tentati, infatti, di supporre che tale appartenenza sia di nascita o anche culturale.

In realtà è un’appartenenza dovuta a una scelta, una scelta di campo, quella per il Sud! Questa “opzione Sud”, passa anzitutto attraverso la ricostruzione dell’identità territoriale che, non può prescindere dal recupero della memoria, in particolare della memoria storica. Ritengo fortemente significativo che questo volume sia presentato nelle sale di un archivio storico di stato ubicato proprio a Napoli.

Perché Napoli e l’archivio sono due simboli. Tanti degli uomini raccontati da Fiore Marro, infatti, sono partiti proprio da un archivio per indagare una storia negata; ritrovare una memoria velata, perciò sconosciuta. Luoghi come questi hanno dato a tanti la speranza di ritrovare un riscatto attraverso la verità. In mezzo al nulla, le ricerche negli archivi storici sono state un gancio a cui aggrapparsi per riscoprirsi cittadini degni e dignitosi.

Per questo ogni archivio è simbolo d’un percorso possibile per ritrovare una memoria perduta attraverso la cultura. Conseguenzialmente presentare questo libro in questa sede significa affermare che Napoli il Sud sono e sono stati territori di “Cultura”! Tuttavia anche Napoli è un simbolo: Napoli rappresenta quel “Sud”, orgoglioso che non accetta il nascondimento, la subordinazione, l’annientamento.

Un Sud che grida se stesso per cancellare tante false immagini, narrazione di ciò che mai è stato! L’autore e gli uomini che nel libro ha raccontato, insieme a chi ha voluto si concretizzassero eventi come questi, hanno contribuito a svelare il volto della Storia!

di Redazione

“Uomini del Sud” di Fiore Marro, il 28 gennaio, sarà presentato a Napoli, nella sala Catasti dell’archivio di stato.

“Uomini del Sud”, come qualche arguto lettore può avere già intuito dal titolo, esiste un filo rosso che lega i personaggi presentati e la loro appartenenza al Mezzogiorno italiano. Un titolo, dunque esplicativo ma che nel contempo può dare luogo ad un inganno. Si può essere tentati, infatti, di supporre che tale appartenenza sia di nascita o anche culturale.

In realtà è un’appartenenza dovuta a una scelta, una scelta di campo, quella per il Sud! Questa “opzione Sud”, passa anzitutto attraverso la ricostruzione dell’identità territoriale che, non può prescindere dal recupero della memoria, in particolare della memoria storica. Ritengo fortemente significativo che questo volume sia presentato nelle sale di un archivio storico di stato ubicato proprio a Napoli.

Perché Napoli e l’archivio sono due simboli. Tanti degli uomini raccontati da Fiore Marro, infatti, sono partiti proprio da un archivio per indagare una storia negata; ritrovare una memoria velata, perciò sconosciuta. Luoghi come questi hanno dato a tanti la speranza di ritrovare un riscatto attraverso la verità. In mezzo al nulla, le ricerche negli archivi storici sono state un gancio a cui aggrapparsi per riscoprirsi cittadini degni e dignitosi.

Per questo ogni archivio è simbolo d’un percorso possibile per ritrovare una memoria perduta attraverso la cultura. Conseguenzialmente presentare questo libro in questa sede significa affermare che Napoli il Sud sono e sono stati territori di “Cultura”! Tuttavia anche Napoli è un simbolo: Napoli rappresenta quel “Sud”, orgoglioso che non accetta il nascondimento, la subordinazione, l’annientamento.

Un Sud che grida se stesso per cancellare tante false immagini, narrazione di ciò che mai è stato! L’autore e gli uomini che nel libro ha raccontato, insieme a chi ha voluto si concretizzassero eventi come questi, hanno contribuito a svelare il volto della Storia!

di Redazione

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img