24.5 C
Napoli
mercoledì, Maggio 29, 2024

MICHELE AFFINITO – Nuovo vicepresidente Campania Arbitri.

Domenica 11 luglio sono stati resi noti i membri che compongono la commissione arbitri regione Campania.

Michele Affinito è il Nuovo vicepresidente Campania Arbitri. Domenica 11 luglio sono stati resi noti i membri che compongono la commissione arbitri regione Campania.

IL Cra Campania arbitri sarà guidato dall’esperto Alberto Ramaglia che vedrà come suo vice Michele Affinito che lascia la presidenza della sezione di Frattamaggiore dopo oltre nove anni.

Incontriamo per una chiacchierata proprio Affinito per ricordare un po’ le varie esperienze vissute come arbitro e gli obbiettivi che si propone con questo nuovo incarico.

Michele come e quando è nata la tua passione per l’arbitraggio?

Un po’ per caso, come tutti , avevo 15 anni e insieme ad un gruppo di amici mi sono iscritto al corso arbitro che si teneva presso  i locali della sez. di Frattamaggiore , praticamente dopo qualche mese già mi sono trovato catapultato in campo ad arbitrare.

Ci ricordi le tappe della tua carriera da arbitro?

Ho fatto la cosiddetta gavetta, ho iniziato con gare di settore giovanile per poi iniziare con le partite dei “GRANDI”, anno dopo anno fino ad arrivare al massimo livello regionale : l’Eccellenza. Per me era già un traguardo importante , ma non è finita li , sono stato promosso a livello nazionale prima alla Can D e poi alla Can C.

Arbitrare gare di serie c è stato impegnativo ma bellissimo , ero nel mondo del professionismo e quindi mi trovavo ad interfacciarmi con calciatori , allenatori e dirigenti di società di grande livello in stadi con tanti tifosi sugli spalti , tra le gare arbitrate è vivo in me il ricordo di un Verona -Spal davanti a decine di migliaia di spettatori.

Finita l’esperienza da arbitro , il passo  dal campo alla scrivania è stato breve?

Si, dopo qualche anno sono stato eletto tra glia associati di Frattamaggiore come presidente della sezione. Un’esperienza lunga nove anni dove, con l’aiuto di amici, sono riuscito a costruire un qualcosa di importante, oggi lascio la presidenza sezionale con un organico che conta:

  • 2 assistenti arbitrali in serie C
  • 5 assistenti arbitrali in serie D
  • 1 arbitrio che ha esordito in CAN D
  • 1 osservatore in can D

Posso dire di essere soddisfatto per tutto quanto fatto.

E adesso il CRA CAMPANIA, quali sono le tue sensazioni?

Sono molto contento, è inutile nasconderlo, entusiasta e motivato, ringrazio sia il presidente nazionale dell’AIA Trentalange che quello regionale Ramaglia per la fiducia incondizionata che hanno espresso sin da subito nei miei confronti.

Sarà a disposizione loro e di tutti gli arbitri campani, l’obbiettivo è quello di garantire la crescita di tutto il movimento regionale.

A chi dedichi questo traguardo?

Non ho dubbi,  al compianto Rocco Canciello , mio papà arbitrale, a lui devo molto negli anni in cui ero impegnato sui campi di tutta Italia.

Lasciamo Michele Affinito con un grosso in bocca a lupo, sicuro che con la passione che lo anima da sempre farà bene in questo nuovo ruolo .

di Agostino Galiero

Michele Affinito è il Nuovo vicepresidente Campania Arbitri. Domenica 11 luglio sono stati resi noti i membri che compongono la commissione arbitri regione Campania.

IL Cra Campania arbitri sarà guidato dall’esperto Alberto Ramaglia che vedrà come suo vice Michele Affinito che lascia la presidenza della sezione di Frattamaggiore dopo oltre nove anni.

Incontriamo per una chiacchierata proprio Affinito per ricordare un po’ le varie esperienze vissute come arbitro e gli obbiettivi che si propone con questo nuovo incarico.

Michele come e quando è nata la tua passione per l’arbitraggio?

Un po’ per caso, come tutti , avevo 15 anni e insieme ad un gruppo di amici mi sono iscritto al corso arbitro che si teneva presso  i locali della sez. di Frattamaggiore , praticamente dopo qualche mese già mi sono trovato catapultato in campo ad arbitrare.

Ci ricordi le tappe della tua carriera da arbitro?

Ho fatto la cosiddetta gavetta, ho iniziato con gare di settore giovanile per poi iniziare con le partite dei “GRANDI”, anno dopo anno fino ad arrivare al massimo livello regionale : l’Eccellenza. Per me era già un traguardo importante , ma non è finita li , sono stato promosso a livello nazionale prima alla Can D e poi alla Can C.

Arbitrare gare di serie c è stato impegnativo ma bellissimo , ero nel mondo del professionismo e quindi mi trovavo ad interfacciarmi con calciatori , allenatori e dirigenti di società di grande livello in stadi con tanti tifosi sugli spalti , tra le gare arbitrate è vivo in me il ricordo di un Verona -Spal davanti a decine di migliaia di spettatori.

Finita l’esperienza da arbitro , il passo  dal campo alla scrivania è stato breve?

Si, dopo qualche anno sono stato eletto tra glia associati di Frattamaggiore come presidente della sezione. Un’esperienza lunga nove anni dove, con l’aiuto di amici, sono riuscito a costruire un qualcosa di importante, oggi lascio la presidenza sezionale con un organico che conta:

  • 2 assistenti arbitrali in serie C
  • 5 assistenti arbitrali in serie D
  • 1 arbitrio che ha esordito in CAN D
  • 1 osservatore in can D

Posso dire di essere soddisfatto per tutto quanto fatto.

E adesso il CRA CAMPANIA, quali sono le tue sensazioni?

Sono molto contento, è inutile nasconderlo, entusiasta e motivato, ringrazio sia il presidente nazionale dell’AIA Trentalange che quello regionale Ramaglia per la fiducia incondizionata che hanno espresso sin da subito nei miei confronti.

Sarà a disposizione loro e di tutti gli arbitri campani, l’obbiettivo è quello di garantire la crescita di tutto il movimento regionale.

A chi dedichi questo traguardo?

Non ho dubbi,  al compianto Rocco Canciello , mio papà arbitrale, a lui devo molto negli anni in cui ero impegnato sui campi di tutta Italia.

Lasciamo Michele Affinito con un grosso in bocca a lupo, sicuro che con la passione che lo anima da sempre farà bene in questo nuovo ruolo .

di Agostino Galiero

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img