16.1 C
Napoli
domenica, Maggio 26, 2024

AFRAGOLESE 1944 – OSTIAMARE: Goleada rossoblù.

La prima rete di Fabio Longo

Afragolese 1944 – Ostiamare 5 a 0, reti di: Fabio Longo (5′ 1t); Marzio Celiento (R al 74′ 2t); Vincenzo Caso Naturale (8′ e 33′ 2t); Salvatore Elefante 46′ 2t).

Seconda rete di Celiento

È terminata 5 a 0 la partita valevole per la trentunesima giornata di campionato del girone “G” di serie D tra l’Afragolese e Ostia Mare Lido.

La prima rete di Vincenzo Caso Naturale
Seconda rete di Vicenzo Caso Naturale
Il rigore realizzato da Salvatore Elefante

FABIO LONGO SEMPRE IN GOL

L’Afragolese fa capire subito che verso prenderà la partita, infatti, dopo nemmeno cinque minuti è già in vantaggio con la rete numero 21 in campionato del solito Fabio Longo. Quest’ultimo si conferma sempre più capocannoniere del girone G.

Fin dall’inizio la partita risulta essere ad alta intensità, con azioni di entrambe le squadre, ma la formazione ospite non risulta mai pericolosa dalle parti del portiere Campisi.

CELIENTO SPIAZZA IL PORTIERE SUL RIGORE

Dopo aver già rischiato il raddoppio con una traversa di Marzio Celiento, i rossoblù a pochi minuti dal termine del primo tempo si procurano un calcio di rigore. Il merito è di Esposito, che arrivato a tu per tu con il portiere avversario, viene raggiunto e poi abbattuto dal difensore. Sul dischetto si presenta Celiento che spiazza il portiere e porta la squadra campana sul 2 a 0 all’intervallo.

SEMPRE ALL’ATTACCO

Come nella prima frazione di gioco, anche nel secondo tempo partono a mille i giocatori allenati da Francesco Fabiano. È il numero 10 Caso Naturale a portare sul 3 a 0 L’Afragolese, complice una deviazione che inganna il portiere laziale.

DOPPIETTA DI CASO NATURALE

A circa 10 minuti dal termine della partita, cerca e trova anche il gol che chiude definitivamente la partita, portando la squadra campana sul 4 a 0. A segnare è di nuovo Caso Naturale che riesce a rubare palla al portiere avversario andando in contrasto al limite dell’area di rigore. Con la porta spalancata è gioco da ragazzi insaccarla.

Nel recupero arriva anche la “manita”. Infatti, dopo un’azione personale di Bittaye entrato dalla panchina, si fa falciare in aerea, inevitabile il secondo rigore della partita. Freddo dagli 11 metri il numero 98 Elefante, anch’egli spiazza il portiere dopo esser entrato dalla panchina. Risultato finale 5 a 0.

TESTA ALLA PROSSIMA PARTITA

L’Afragolese sale a quota 55 punti in classifica, di fatto, si porta al quarto posto in attesa del match odierno dell’Arzachena. Proprio quest’ultimi saranno i prossimi avversari nel turno infrasettimanale il 18 maggio.

di Fernando Graziano

La prima rete di Fabio Longo

Afragolese 1944 – Ostiamare 5 a 0, reti di: Fabio Longo (5′ 1t); Marzio Celiento (R al 74′ 2t); Vincenzo Caso Naturale (8′ e 33′ 2t); Salvatore Elefante 46′ 2t).

Seconda rete di Celiento

È terminata 5 a 0 la partita valevole per la trentunesima giornata di campionato del girone “G” di serie D tra l’Afragolese e Ostia Mare Lido.

La prima rete di Vincenzo Caso Naturale
Seconda rete di Vicenzo Caso Naturale
Il rigore realizzato da Salvatore Elefante

FABIO LONGO SEMPRE IN GOL

L’Afragolese fa capire subito che verso prenderà la partita, infatti, dopo nemmeno cinque minuti è già in vantaggio con la rete numero 21 in campionato del solito Fabio Longo. Quest’ultimo si conferma sempre più capocannoniere del girone G.

Fin dall’inizio la partita risulta essere ad alta intensità, con azioni di entrambe le squadre, ma la formazione ospite non risulta mai pericolosa dalle parti del portiere Campisi.

CELIENTO SPIAZZA IL PORTIERE SUL RIGORE

Dopo aver già rischiato il raddoppio con una traversa di Marzio Celiento, i rossoblù a pochi minuti dal termine del primo tempo si procurano un calcio di rigore. Il merito è di Esposito, che arrivato a tu per tu con il portiere avversario, viene raggiunto e poi abbattuto dal difensore. Sul dischetto si presenta Celiento che spiazza il portiere e porta la squadra campana sul 2 a 0 all’intervallo.

SEMPRE ALL’ATTACCO

Come nella prima frazione di gioco, anche nel secondo tempo partono a mille i giocatori allenati da Francesco Fabiano. È il numero 10 Caso Naturale a portare sul 3 a 0 L’Afragolese, complice una deviazione che inganna il portiere laziale.

DOPPIETTA DI CASO NATURALE

A circa 10 minuti dal termine della partita, cerca e trova anche il gol che chiude definitivamente la partita, portando la squadra campana sul 4 a 0. A segnare è di nuovo Caso Naturale che riesce a rubare palla al portiere avversario andando in contrasto al limite dell’area di rigore. Con la porta spalancata è gioco da ragazzi insaccarla.

Nel recupero arriva anche la “manita”. Infatti, dopo un’azione personale di Bittaye entrato dalla panchina, si fa falciare in aerea, inevitabile il secondo rigore della partita. Freddo dagli 11 metri il numero 98 Elefante, anch’egli spiazza il portiere dopo esser entrato dalla panchina. Risultato finale 5 a 0.

TESTA ALLA PROSSIMA PARTITA

L’Afragolese sale a quota 55 punti in classifica, di fatto, si porta al quarto posto in attesa del match odierno dell’Arzachena. Proprio quest’ultimi saranno i prossimi avversari nel turno infrasettimanale il 18 maggio.

di Fernando Graziano

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img