24.5 C
Napoli
mercoledì, Maggio 29, 2024

CODICE DELLA STRADA: Nuove norme.

Nuovo codice della strada, adeguato a diverse cose che sono cambiate negli anni sulle strade italiane: le auto, i dispositivi elettronici, ai motori.

Da un po’ di tempo in internet notiamo, sempre più spesso notizie riguardanti le nuove norme per muoverci sulla strada. Le nuove regole che sono state introdotte dal primo gennaio 2022. Raddoppiata la multa per chi getta qualsiasi rifiuto dall’auto, da 52 a 200 euro l’ammenda. Può arrivare a 800 per chi deposita illecitamente spazzatura. Il foglio rosa è prolungato da 6 a 12 mesi. L’esame della patente, la prova pratica si può ripetere tre volte, prima erano due. L’esame teorico, avrà trenta domande, prima erano quaranta.

Sanzioni sempre più pesanti per chi utilizzai dispositivi elettronici alla guida. Essere sorpresi alla guida con dispositivi elettronico, che si tratti di smartphone, computer portatili, tablet o altro, aumenta il rischio di causare incidenti. I trasgressori sono puniti con la medesima sanzione. La multa prima andava 165€ ai 660€, oggi è aumentato da 422€ a 1.697€. Scatta la sospensione della patente, se nel biennio successivo alla prima sanzione si commette di nuovo la stessa sanzione.

Multe più salate anche per chi parcheggia impropriamente sui parcheggi riservati ai disabili, da un minimo di 168€ ad un massimo di 672€. I veicoli con contrassegno di disabilità potranno sostare nelle strisce blu se i posti riservati risultano occupati. Il nuovo Codice della Strada prevede nuovi divieti di sosta. Sugli spazi riservati alla fermata degli scuolabus, a donne in gravidanza, a genitori di bambini di età inferiore ai due anni e alle auto elettriche.

La multa varia tra i 25€ e i 100€ per le moto, da 42€ e i 173€ per gli altri mezzi. La sosta delle vetture elettriche nei parcheggi con colonnine di ricarica subisce una variazione. Consentita solo ed esclusivamente durante il lasso di tempo necessario per ricaricare il veicolo e dopo un’ora dalla fine della carica.

Il passeggero che non indossa il casco a bordo di una motocicletta subisce un’ammenda, con il nuovo Codice, questa regola vale anche in caso di trasportati minorenni. La cifra è compresa tra 83€ e 332€. Multe per i conducenti dei monopattini elettrici

Che hanno l’obbligo delle luci di posizione, frecce e freno anteriore e posteriore. È vietato circolare su marciapiedi e strade con limite oltre i 50 km/h. Nelle aree pedonali, i monopattini elettrici non possono superare i 6 km/h di velocità; mentre, al di fuori di queste zone, il limite è stato abbassato dai 25 ai di 20 km/h.

Oltre a queste “aggiunte”, ci sono anche alcune regolamentazioni ritenute necessarie dai più esperti in materia da parecchi anni. Una tra tutte è sicuramente quella che riguarda le targhe estere e che è contenuta nell’ormai noto 93bis aggiunto al Codice della Strada. Riguardo ai mezzi con targa estera che circolano sul nostro territorio nazionale intestati a persone fisiche o giuridiche residenti in Italia.

Per impedire l’utilizzo di questi veicoli per dribblare sanzioni e obblighi, è stata introdotta una nuova indicazione. Queste autovetture possono circolare per tre mesi a far data dal momento del cambio di residenza in Italia. Dopo di che il conducente dovrà procedere all’immatricolazione, pena multe che variano dai 400€ ai 1.600€.

Queste regole sicuramente aumenteranno la sicurezza stradale mentre bisognerà intraprendere una battaglia campale contro la cattiva abitudine dell’utilizzo del cellulare mentre si guida. In particolare dalle nostre parti è diventato costume comune, da parte di tanti guidatori, telefonare o rispondere ad un vocale mentre si è alla guida.

Accade in auto, in moto, su una bici o addirittura autocarri, è pericolosissimo. Si dovrebbe inasprire già dalla prima trasgressione questo reato della strada che spesso causa incidenti e investimenti. Tutto è legato al controllo e sicuramente l’impiego di telecamere potrebbe aiutare le forze dell’ordine.  

Di Fernando Graziano

Nuovo codice della strada, adeguato a diverse cose che sono cambiate negli anni sulle strade italiane: le auto, i dispositivi elettronici, ai motori.

Da un po’ di tempo in internet notiamo, sempre più spesso notizie riguardanti le nuove norme per muoverci sulla strada. Le nuove regole che sono state introdotte dal primo gennaio 2022. Raddoppiata la multa per chi getta qualsiasi rifiuto dall’auto, da 52 a 200 euro l’ammenda. Può arrivare a 800 per chi deposita illecitamente spazzatura. Il foglio rosa è prolungato da 6 a 12 mesi. L’esame della patente, la prova pratica si può ripetere tre volte, prima erano due. L’esame teorico, avrà trenta domande, prima erano quaranta.

Sanzioni sempre più pesanti per chi utilizzai dispositivi elettronici alla guida. Essere sorpresi alla guida con dispositivi elettronico, che si tratti di smartphone, computer portatili, tablet o altro, aumenta il rischio di causare incidenti. I trasgressori sono puniti con la medesima sanzione. La multa prima andava 165€ ai 660€, oggi è aumentato da 422€ a 1.697€. Scatta la sospensione della patente, se nel biennio successivo alla prima sanzione si commette di nuovo la stessa sanzione.

Multe più salate anche per chi parcheggia impropriamente sui parcheggi riservati ai disabili, da un minimo di 168€ ad un massimo di 672€. I veicoli con contrassegno di disabilità potranno sostare nelle strisce blu se i posti riservati risultano occupati. Il nuovo Codice della Strada prevede nuovi divieti di sosta. Sugli spazi riservati alla fermata degli scuolabus, a donne in gravidanza, a genitori di bambini di età inferiore ai due anni e alle auto elettriche.

La multa varia tra i 25€ e i 100€ per le moto, da 42€ e i 173€ per gli altri mezzi. La sosta delle vetture elettriche nei parcheggi con colonnine di ricarica subisce una variazione. Consentita solo ed esclusivamente durante il lasso di tempo necessario per ricaricare il veicolo e dopo un’ora dalla fine della carica.

Il passeggero che non indossa il casco a bordo di una motocicletta subisce un’ammenda, con il nuovo Codice, questa regola vale anche in caso di trasportati minorenni. La cifra è compresa tra 83€ e 332€. Multe per i conducenti dei monopattini elettrici

Che hanno l’obbligo delle luci di posizione, frecce e freno anteriore e posteriore. È vietato circolare su marciapiedi e strade con limite oltre i 50 km/h. Nelle aree pedonali, i monopattini elettrici non possono superare i 6 km/h di velocità; mentre, al di fuori di queste zone, il limite è stato abbassato dai 25 ai di 20 km/h.

Oltre a queste “aggiunte”, ci sono anche alcune regolamentazioni ritenute necessarie dai più esperti in materia da parecchi anni. Una tra tutte è sicuramente quella che riguarda le targhe estere e che è contenuta nell’ormai noto 93bis aggiunto al Codice della Strada. Riguardo ai mezzi con targa estera che circolano sul nostro territorio nazionale intestati a persone fisiche o giuridiche residenti in Italia.

Per impedire l’utilizzo di questi veicoli per dribblare sanzioni e obblighi, è stata introdotta una nuova indicazione. Queste autovetture possono circolare per tre mesi a far data dal momento del cambio di residenza in Italia. Dopo di che il conducente dovrà procedere all’immatricolazione, pena multe che variano dai 400€ ai 1.600€.

Queste regole sicuramente aumenteranno la sicurezza stradale mentre bisognerà intraprendere una battaglia campale contro la cattiva abitudine dell’utilizzo del cellulare mentre si guida. In particolare dalle nostre parti è diventato costume comune, da parte di tanti guidatori, telefonare o rispondere ad un vocale mentre si è alla guida.

Accade in auto, in moto, su una bici o addirittura autocarri, è pericolosissimo. Si dovrebbe inasprire già dalla prima trasgressione questo reato della strada che spesso causa incidenti e investimenti. Tutto è legato al controllo e sicuramente l’impiego di telecamere potrebbe aiutare le forze dell’ordine.  

Di Fernando Graziano

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img