23 C
Napoli
mercoledì, Maggio 22, 2024

DUBBIO AMLETICO – Sono incivili o scemi?

Dubbio amletico: "Sono incivili o scemi?", la domanda sorge spontanea. Domenica 8 agosto ore 7,00, come tanti altri cittadini dedico un’oretta all'attività fisica, alla corsetta per meglio dire se non addirittura, passeggiare velocemente. Musica dalle cuffie, aria fresca, le strade sgombre e pulite, da Crispano a Cardito, il tragitto è breve.

Dubbio amletico: “Sono incivili o scemi?”, la domanda sorge spontanea. Domenica 8 agosto ore 7,00, come tanti altri cittadini dedico un’oretta all’attività fisica. La corsetta per meglio dire se non addirittura la passeggiare veloce, con musica, aria fresca e le strade sgombre e pulite. Da Crispano a Cardito, il tragitto è davvero breve.

L’itinerario per arrivare alla splendida Villa comunale di Cardito è solo un piacere a quell’ora ma mentre sto per entrare al cancello principale. Prima di entrare noto un cassonetto per la raccolta di oli esausti. L’elogio all’amministrazione è d’obbligo per aver individuato un punto così frequentato per agevolare i cittadini. Si può parcheggiare in modo tranquillo per poi passare un po’ di tempo in Villa.

Guardo con grande stupore due bottigline poggiate sul contenitore all’altezza degli imbocchi, entrambe di plastica usa e getta. Mezzo litro di acqua che sarà servito ad un grande atleta, per stabilire qualche record ma non di civiltà. A trenta centimetri dalla bottiglina vuota del campione, in una busta trasparente infiocchettata a dovere, un’altra piena di olio da cucina. Sulla prima potrei obiettare al Runner che a nemmeno cento metri, come il tratto di pista, c’è un contenitore per la raccolta dei rifiuti.

L’altro invece deve essere un nobile che, avvolgendo in una busta la bottiglina piena di olio, si aspetta che un suddito espleti il lavoro di travaso nel contenitore. Entro in villa, resto il tempo necessario per continuare la corsetta, ripasso all’altezza del contenitore per oli esausti, mi fermo e penso: “Ma questa gente che si comporta così, è incivile o è scema?”

Personalmente propendo per la seconda ipotesi, perché è inspiegabile il motivo per cui un essere umano (?!?), uno sportivo per lo più, poggi una bottiglina vuota su un contenitore. Lo so, qualcuno che legge in questo istante si sentirà offeso da queste mie considerazioni. Sono anche convinto che tante volte giochi la pigrizia in questo insano atteggiamento da correggere, in ogni caso.

Cari amici, non offendetevi, in nazione “civili”, dove le regole si rispettano, buttare via una bottiglina vuota da qualche parte, costerebbe coro e amaro. Ricordo tanti anni fa, lessi su un giornale che i fumatori giapponesi erano muniti di un piccolo contenitore per evitare di buttare le cicche per strada, le conservavano nello scatolino in tasca, immaginate. Il mio sogno è guardare contenitori pieni e spazi vuoti, liberi da da bottiglie di plastica o addirittura di vetro.

Lo sforzo deve essere comune, in primis per noi stessi ma anche per evitare i soliti luoghi comuni su noi napoletani e sciogliere questo dubbio amletico. Continueremo a parlare di questi piccoli grandi esempi di inciviltà e lo faremo con voi lettori se avete qualcosa da segnalare una foto o un video, nel rispetto delle regole della privacy. Fatelo, inviando alla nostra redazione le segnalazioni:

annotizie@gmail.com

di gianni bianco

Dubbio amletico: “Sono incivili o scemi?”, la domanda sorge spontanea. Domenica 8 agosto ore 7,00, come tanti altri cittadini dedico un’oretta all’attività fisica. La corsetta per meglio dire se non addirittura la passeggiare veloce, con musica, aria fresca e le strade sgombre e pulite. Da Crispano a Cardito, il tragitto è davvero breve.

L’itinerario per arrivare alla splendida Villa comunale di Cardito è solo un piacere a quell’ora ma mentre sto per entrare al cancello principale. Prima di entrare noto un cassonetto per la raccolta di oli esausti. L’elogio all’amministrazione è d’obbligo per aver individuato un punto così frequentato per agevolare i cittadini. Si può parcheggiare in modo tranquillo per poi passare un po’ di tempo in Villa.

Guardo con grande stupore due bottigline poggiate sul contenitore all’altezza degli imbocchi, entrambe di plastica usa e getta. Mezzo litro di acqua che sarà servito ad un grande atleta, per stabilire qualche record ma non di civiltà. A trenta centimetri dalla bottiglina vuota del campione, in una busta trasparente infiocchettata a dovere, un’altra piena di olio da cucina. Sulla prima potrei obiettare al Runner che a nemmeno cento metri, come il tratto di pista, c’è un contenitore per la raccolta dei rifiuti.

L’altro invece deve essere un nobile che, avvolgendo in una busta la bottiglina piena di olio, si aspetta che un suddito espleti il lavoro di travaso nel contenitore. Entro in villa, resto il tempo necessario per continuare la corsetta, ripasso all’altezza del contenitore per oli esausti, mi fermo e penso: “Ma questa gente che si comporta così, è incivile o è scema?”

Personalmente propendo per la seconda ipotesi, perché è inspiegabile il motivo per cui un essere umano (?!?), uno sportivo per lo più, poggi una bottiglina vuota su un contenitore. Lo so, qualcuno che legge in questo istante si sentirà offeso da queste mie considerazioni. Sono anche convinto che tante volte giochi la pigrizia in questo insano atteggiamento da correggere, in ogni caso.

Cari amici, non offendetevi, in nazione “civili”, dove le regole si rispettano, buttare via una bottiglina vuota da qualche parte, costerebbe coro e amaro. Ricordo tanti anni fa, lessi su un giornale che i fumatori giapponesi erano muniti di un piccolo contenitore per evitare di buttare le cicche per strada, le conservavano nello scatolino in tasca, immaginate. Il mio sogno è guardare contenitori pieni e spazi vuoti, liberi da da bottiglie di plastica o addirittura di vetro.

Lo sforzo deve essere comune, in primis per noi stessi ma anche per evitare i soliti luoghi comuni su noi napoletani e sciogliere questo dubbio amletico. Continueremo a parlare di questi piccoli grandi esempi di inciviltà e lo faremo con voi lettori se avete qualcosa da segnalare una foto o un video, nel rispetto delle regole della privacy. Fatelo, inviando alla nostra redazione le segnalazioni:

annotizie@gmail.com

di gianni bianco

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img