16.1 C
Napoli
domenica, Maggio 26, 2024

Mirkko De Maio: da Pompei alla Svezia, tra prog e metal.

"Mirkko De Maio, un vesuviano che si impone sulla scena metal, dirompente come il nostro vulcano, è ormai in continua ascesa internazionale."

Mirkko De Maio
Mirkko De Maio live con la sua TAMA.

Gli studi di Mirkko De Maio.

Di Napoli si sa che è considerata la Patria della melodia, ma la nostra città sforna talenti che si affermano anche in altri generi. Classe 1984, il batterista Mirkko De Maio è originario della vesuviana Pompei. Ha cominciato a suonare a 8 anni cambiando spesso insegnante, tra i quali ha avuto Dave Elitch dei Mars Volta. Nel 2008 si trasferisce ad Hollywood ed entra nel prestigioso PIT (Istituto dei Musicisti) sotto la guida di maestri come Glen Sobel e David Salinas. Nel 2010 ha partecipato al Barklee Summer clinics di Umbria Jazz dove ha approfondito i suoi studi.

Prime collaborazioni di Mirkko De Maio.

Era il settembre 2010 quando ha iniziato a collaborare con la band napoletana Mind Key. Coi progger registra il disco Aliens in Wonderland nel 2019 tramite “Frontiers Records”. Susseguono live e tour in supporto a band storiche del panorama metal mondiale come gli Europe. Nell’aprile 2012 è stato in tour con il gruppo power metal Stamina aprendo anche i Royal Hunt. Con loro ha registrato il disco Perseverance che presenta anche artisti come Goran Edman (Yngwie Malmsteen). Nel 2015 ha registrato per il Vivaldi Metal Project del tastierista italiano Maestro Mistheria. Il progetto vede coinvolti nomi come Rick Wakeman. Nello stesso anno 2015 è entrato a far parte degli Hangarvain, southern rock band nostrana con la quale ha registrato l’album Freaks. Il disco è stato promosso con un tour, aprendo a nomi come Gilby Clarke (ex Guns ‘n’ Roses), L.A. Guns e The Darkness.

Mirkko e i Flower Kings.

Mirkko, dopo l’EP Roots & Returns e il successivo tour, lascia gli Hangarvain ed entra a far parte del leggendario gruppo prog rock svedese The Flower Kings del chitarrista Roine Stolt (Transatlantic, Steve Hackett). Nel 2019 ha registrato il nuovo album dei Waiting For Miracles (InsideOut Music/Sony/Century Media), e nel 2020, durante l’emergenza Covid-19, con tutti i concerti posticipati o cancellati, registra coi i Flower Kings Islands da remoto.

Endorsment.

A livello nazionale Mirkko è diventato testimonial ufficiale di marchi importanti. In primis lo è per le bacchette Vic Firth, delle pelli Remo e dei prodotti Zoom. Inoltre è endorser ufficiale internazionale di batterie Tama e piatti Istanbul.


Lo stile di Mirkko.

Incisivo e duro: così si può riassumere lo stile di Mirkko in due parole. Lo studio della tecnica è chiaramente preponderante, come è altrettanto cristallino che preferisce un sound ricco di groove e toni caldi (le pelli sabbiate sono sicuramente le sue preferite). Nonostante faccia un massiccio uso di piatti, compresi i cosiddetti Stack, e del doppio pedale, non è mai fuoriluogo nel loro impiego.

Mirkko oggi.

Ora Mirkko collabora col produttore di punta della Frontiers Alessandro Del Vecchio. Con lui ha registrato per i nuovi progetti internazionali Chalice of Sin e The Grandmaster in cui la sua vena metal emerge tantissimo. Inoltre degna di menzione è la collaborazione con l’artista prog/folk svedese Nad Sylvan nel suo ultimo lavoro Spiritus Mundi. Un plauso a questo musicista che tiene in alto il nome della nostra città nel mondo.

francesco moccia

https://www.annotizie.it/musica-le-note-che-ribollono-sulla-lava-del-vesuvio/

Collegamenti utili:
https://www.facebook.com/mirkkodemaiofanpage
https://www.youtube.com/c/MirkkoDeMaio

Mirkko De Maio
Mirkko De Maio live con la sua TAMA.

Gli studi di Mirkko De Maio.

Di Napoli si sa che è considerata la Patria della melodia, ma la nostra città sforna talenti che si affermano anche in altri generi. Classe 1984, il batterista Mirkko De Maio è originario della vesuviana Pompei. Ha cominciato a suonare a 8 anni cambiando spesso insegnante, tra i quali ha avuto Dave Elitch dei Mars Volta. Nel 2008 si trasferisce ad Hollywood ed entra nel prestigioso PIT (Istituto dei Musicisti) sotto la guida di maestri come Glen Sobel e David Salinas. Nel 2010 ha partecipato al Barklee Summer clinics di Umbria Jazz dove ha approfondito i suoi studi.

Prime collaborazioni di Mirkko De Maio.

Era il settembre 2010 quando ha iniziato a collaborare con la band napoletana Mind Key. Coi progger registra il disco Aliens in Wonderland nel 2019 tramite “Frontiers Records”. Susseguono live e tour in supporto a band storiche del panorama metal mondiale come gli Europe. Nell’aprile 2012 è stato in tour con il gruppo power metal Stamina aprendo anche i Royal Hunt. Con loro ha registrato il disco Perseverance che presenta anche artisti come Goran Edman (Yngwie Malmsteen). Nel 2015 ha registrato per il Vivaldi Metal Project del tastierista italiano Maestro Mistheria. Il progetto vede coinvolti nomi come Rick Wakeman. Nello stesso anno 2015 è entrato a far parte degli Hangarvain, southern rock band nostrana con la quale ha registrato l’album Freaks. Il disco è stato promosso con un tour, aprendo a nomi come Gilby Clarke (ex Guns ‘n’ Roses), L.A. Guns e The Darkness.

Mirkko e i Flower Kings.

Mirkko, dopo l’EP Roots & Returns e il successivo tour, lascia gli Hangarvain ed entra a far parte del leggendario gruppo prog rock svedese The Flower Kings del chitarrista Roine Stolt (Transatlantic, Steve Hackett). Nel 2019 ha registrato il nuovo album dei Waiting For Miracles (InsideOut Music/Sony/Century Media), e nel 2020, durante l’emergenza Covid-19, con tutti i concerti posticipati o cancellati, registra coi i Flower Kings Islands da remoto.

Endorsment.

A livello nazionale Mirkko è diventato testimonial ufficiale di marchi importanti. In primis lo è per le bacchette Vic Firth, delle pelli Remo e dei prodotti Zoom. Inoltre è endorser ufficiale internazionale di batterie Tama e piatti Istanbul.


Lo stile di Mirkko.

Incisivo e duro: così si può riassumere lo stile di Mirkko in due parole. Lo studio della tecnica è chiaramente preponderante, come è altrettanto cristallino che preferisce un sound ricco di groove e toni caldi (le pelli sabbiate sono sicuramente le sue preferite). Nonostante faccia un massiccio uso di piatti, compresi i cosiddetti Stack, e del doppio pedale, non è mai fuoriluogo nel loro impiego.

Mirkko oggi.

Ora Mirkko collabora col produttore di punta della Frontiers Alessandro Del Vecchio. Con lui ha registrato per i nuovi progetti internazionali Chalice of Sin e The Grandmaster in cui la sua vena metal emerge tantissimo. Inoltre degna di menzione è la collaborazione con l’artista prog/folk svedese Nad Sylvan nel suo ultimo lavoro Spiritus Mundi. Un plauso a questo musicista che tiene in alto il nome della nostra città nel mondo.

francesco moccia

https://www.annotizie.it/musica-le-note-che-ribollono-sulla-lava-del-vesuvio/

Collegamenti utili:
https://www.facebook.com/mirkkodemaiofanpage
https://www.youtube.com/c/MirkkoDeMaio

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img