23 C
Napoli
mercoledì, Maggio 22, 2024

SEDE COMUNALE: Proclamazione di Antonio Pannone Sindaco.

La città è stata abbandonata da tempo a se stessa, insieme al centro storico e le periferie, il decoro urbano sarà una priorità, insieme alla sicurezza dei cittadini

Sede della Polizia Municipale delle Salicelle, cerimonia di investitura del neoeletto Sindaco di Afragola Antonio Pannone. Una cerimonia sobria a cui è seguita quella nella Sede comunale di Piazza Municipio. Una Sala bellissima dove il prof. Antonio Pannone, da oggi ufficialmente Sindaco di Afragola, ​ ha indossato per la prima volta in pubblico la Fascia tricolore e parlato.

Il Sindaco di Afragola era circondato dai Consiglieri neoeletti; al suo fianco l’on. Pina Castiello. In sala l’ex sindaco e senatore Vincenzo Nespoli, alcuni dirigenti comunali, il Segretario del comune di Afragola, il comandante della Polizia municipale, alcuni sostenitori, la stampa.

Emozionato, come deve essere un uomo che sente il peso della responsabilità a cui è chiamato Antonio Pannone ha aspettato l’arrivo dei consiglieri poi ha preso la parola. Salutando i presenti, ha ringraziato tutti per il sostegno e l’affetto: “ Vi chiedo di essere presenti, mi rivolgo in particolare ai consiglieri eletti, e che sono presenti quasi tutti stasera nella sede comunale.

La politica ha senso se è fatta di partecipazione. Una campagna elettorale lunga, estenuante, cominciata in primavera, ma che non ci ha fermati, ancora ora conserviamo ancora tanta energia. Oggi Afragola ha un nuovo sindaco, un consiglio comunale rinnovato e tra poco una nuova giunta.

Giunta che dovrà essere di altro profilo, capace di raggiungere gli obiettivi in campagna elettorale abbiamo proposto. Il nostro compito sarà di riuscire a utilizzare le opportunità che potranno favorire lo sviluppo della nostra città, come il P.N.R.R. (Piano nazionale di ripresa e resilienza).

Siamo reduci da una campagna elettorale che abbiamo affrontato con senso civico e serietà. Lo stesso atteggiamento è continuato nei quindici giorni del ballottaggio. Oggi, rispetto alle precedenti esperienze elettorali, siamo riusciti a lavorare meglio, con entusiasmo e serietà. Abbiamo vinto mettendo in campo una squadra, da soli non di vince, mai.

Quello che vogliamo proporre lo diremo in un manifesto e dirò a chiare lettere che sarò il sindaco di tutta Afragola”. Antonio Pannone ha dedicato qualche minuto a quello che si è scatenato da sei mesi a questa parte. Una indecorosa campagna diffamatoria, condita della solita dietrologia, accompagnata dalla onnipresente macchina del fango.

I punti fondamentali per partire sono: “il decoro urbano, con esso l’ambiente, la scuola, i servizi alla persona, l’identità da ricercare, valorizzare e realizzare e la cultura”, questo l’inizio. “La città è stata abbandonata da tempo a se stessa, insieme al centro storico e le periferie, il decoro urbano sarà una priorità, insieme alla sicurezza dei cittadini”.

Antonio Pannone Sindaco di Afragola, serio, garbato, umile. Queste sono le qualità che lo hanno reso vittorioso, insieme all’ascolto e lo ha ribadito “torneremo laddove abbiamo ascoltato i cittadini per discutere e trovare insieme le soluzioni”.

In bocca al lupo Sindaco, da tutti noi, siamo certi del tuo successo, soprattutto del buon lavoro.

di gianni bianco annotizie

Sede della Polizia Municipale delle Salicelle, cerimonia di investitura del neoeletto Sindaco di Afragola Antonio Pannone. Una cerimonia sobria a cui è seguita quella nella Sede comunale di Piazza Municipio. Una Sala bellissima dove il prof. Antonio Pannone, da oggi ufficialmente Sindaco di Afragola, ​ ha indossato per la prima volta in pubblico la Fascia tricolore e parlato.

Il Sindaco di Afragola era circondato dai Consiglieri neoeletti; al suo fianco l’on. Pina Castiello. In sala l’ex sindaco e senatore Vincenzo Nespoli, alcuni dirigenti comunali, il Segretario del comune di Afragola, il comandante della Polizia municipale, alcuni sostenitori, la stampa.

Emozionato, come deve essere un uomo che sente il peso della responsabilità a cui è chiamato Antonio Pannone ha aspettato l’arrivo dei consiglieri poi ha preso la parola. Salutando i presenti, ha ringraziato tutti per il sostegno e l’affetto: “ Vi chiedo di essere presenti, mi rivolgo in particolare ai consiglieri eletti, e che sono presenti quasi tutti stasera nella sede comunale.

La politica ha senso se è fatta di partecipazione. Una campagna elettorale lunga, estenuante, cominciata in primavera, ma che non ci ha fermati, ancora ora conserviamo ancora tanta energia. Oggi Afragola ha un nuovo sindaco, un consiglio comunale rinnovato e tra poco una nuova giunta.

Giunta che dovrà essere di altro profilo, capace di raggiungere gli obiettivi in campagna elettorale abbiamo proposto. Il nostro compito sarà di riuscire a utilizzare le opportunità che potranno favorire lo sviluppo della nostra città, come il P.N.R.R. (Piano nazionale di ripresa e resilienza).

Siamo reduci da una campagna elettorale che abbiamo affrontato con senso civico e serietà. Lo stesso atteggiamento è continuato nei quindici giorni del ballottaggio. Oggi, rispetto alle precedenti esperienze elettorali, siamo riusciti a lavorare meglio, con entusiasmo e serietà. Abbiamo vinto mettendo in campo una squadra, da soli non di vince, mai.

Quello che vogliamo proporre lo diremo in un manifesto e dirò a chiare lettere che sarò il sindaco di tutta Afragola”. Antonio Pannone ha dedicato qualche minuto a quello che si è scatenato da sei mesi a questa parte. Una indecorosa campagna diffamatoria, condita della solita dietrologia, accompagnata dalla onnipresente macchina del fango.

I punti fondamentali per partire sono: “il decoro urbano, con esso l’ambiente, la scuola, i servizi alla persona, l’identità da ricercare, valorizzare e realizzare e la cultura”, questo l’inizio. “La città è stata abbandonata da tempo a se stessa, insieme al centro storico e le periferie, il decoro urbano sarà una priorità, insieme alla sicurezza dei cittadini”.

Antonio Pannone Sindaco di Afragola, serio, garbato, umile. Queste sono le qualità che lo hanno reso vittorioso, insieme all’ascolto e lo ha ribadito “torneremo laddove abbiamo ascoltato i cittadini per discutere e trovare insieme le soluzioni”.

In bocca al lupo Sindaco, da tutti noi, siamo certi del tuo successo, soprattutto del buon lavoro.

di gianni bianco annotizie

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img