23.8 C
Napoli
lunedì, Giugno 17, 2024

WURZBURG GERMANIA – Tre morti e dieci feriti.

Tutto potevamo immaginare tranne che un uomo a Wurzburg, in Baviera (Germania), di nazionalità somala, accoltellasse a morte tre persone. A parte i tre uccisi, i feriti sono almeno altre dieci, dopo pochi minuti è stato colpito a una gamba e neutralizzato dalla polizia locale.

Appena una settimana fa, o giù di li, da queste pagine abbiamo pubblicato un articolo sui fatti di Via Marsala a Roma. Parlo dell’agente di polizia costretto, viste le minacce di un uomo armato di coltello, a sparare l’aggressore ad una gamba.

Si è aperto il solito dibattito su fb, con la quasi totalità dei commenti a favore del poliziotto e la scelta difficile di sparare alla gamba. Di contro qualche sporadico intervento intriso di pregiudizi, a prescindere dalle ragioni dell’agente di polizia, con commenti fuori luogo.

Sul web girano video che riprendono l’uomo con un coltello mentre alcune persone tentano di fermarlo a Wurzburg. L’uomo avrebbe aggredito i passanti per motivi sconosciuti, la polizia è intervenuta intorno alle 17. 00 arrestando l’uomo, al momento non ci sono prove di un complice.

Siamo ancora sul posto con la nostra squadra. L’aggressore è stato neutralizzato dopo che la polizia ha usato armi da fuoco. Ci sono diversi feriti e anche morti da piangere. Non c’è più alcun pericolo”, scrive così la polizia.

L’uomo fermato, colpito ad una gamba, “non sarebbe in pericolo di vita”, era uscito da poco da un centro di igiene mentale. Solo per dovere di cronaca nella stessa Germania è stato arrestato un 21enne, proveniente dalla Francia, che stava progettando un attentato islamico.

Sembra un paradosso, stessa dinamica, stesso risultato, solo che a Wurzburg in Germania i morti sono stati tre, insieme a dieci feriti. Probabilmente la vicinanza alla stazione Termini a Via Marsala, sarà stata determinante per la presenza di agenti di polizia. Cosa sarebbe accaduto se non fossero intervenuti subito i poliziotti?

Certo la possibilità di possesso da parte delle forze dell’ordine, del Taser o pistola elettrica, oggi è più che mai attuale, in Italia e altrove. Difendere la sicurezza dei cittadini è una priorità e se qualche squilibrato, e non è una questione di colore della pelle, genera terrore, si corra si ripari.

di Luigi Eucalipto

Tutto potevamo immaginare tranne che un uomo a Wurzburg, in Baviera (Germania), di nazionalità somala, accoltellasse a morte tre persone. A parte i tre uccisi, i feriti sono almeno altre dieci, dopo pochi minuti è stato colpito a una gamba e neutralizzato dalla polizia locale.

Appena una settimana fa, o giù di li, da queste pagine abbiamo pubblicato un articolo sui fatti di Via Marsala a Roma. Parlo dell’agente di polizia costretto, viste le minacce di un uomo armato di coltello, a sparare l’aggressore ad una gamba.

Si è aperto il solito dibattito su fb, con la quasi totalità dei commenti a favore del poliziotto e la scelta difficile di sparare alla gamba. Di contro qualche sporadico intervento intriso di pregiudizi, a prescindere dalle ragioni dell’agente di polizia, con commenti fuori luogo.

Sul web girano video che riprendono l’uomo con un coltello mentre alcune persone tentano di fermarlo a Wurzburg. L’uomo avrebbe aggredito i passanti per motivi sconosciuti, la polizia è intervenuta intorno alle 17. 00 arrestando l’uomo, al momento non ci sono prove di un complice.

Siamo ancora sul posto con la nostra squadra. L’aggressore è stato neutralizzato dopo che la polizia ha usato armi da fuoco. Ci sono diversi feriti e anche morti da piangere. Non c’è più alcun pericolo”, scrive così la polizia.

L’uomo fermato, colpito ad una gamba, “non sarebbe in pericolo di vita”, era uscito da poco da un centro di igiene mentale. Solo per dovere di cronaca nella stessa Germania è stato arrestato un 21enne, proveniente dalla Francia, che stava progettando un attentato islamico.

Sembra un paradosso, stessa dinamica, stesso risultato, solo che a Wurzburg in Germania i morti sono stati tre, insieme a dieci feriti. Probabilmente la vicinanza alla stazione Termini a Via Marsala, sarà stata determinante per la presenza di agenti di polizia. Cosa sarebbe accaduto se non fossero intervenuti subito i poliziotti?

Certo la possibilità di possesso da parte delle forze dell’ordine, del Taser o pistola elettrica, oggi è più che mai attuale, in Italia e altrove. Difendere la sicurezza dei cittadini è una priorità e se qualche squilibrato, e non è una questione di colore della pelle, genera terrore, si corra si ripari.

di Luigi Eucalipto

© Riproduzione riservata

LEGGI ANCHE

- Advertisement -spot_img